A/H1N1: archivio delle comunicazioni del ministero della Salute

In questa sezione è disponibile l'archivio con i comunicati, le circolari e le ordinanze del ministero della Salute dall'inizio della pandemia fino al mese precedente a quello in corso.
Leggi le comunicazioni:

2010

2009

 

2010

marzo

Il 17 marzo 2010 la Presidenza del Consiglio dei Ministri ha emanato un‘ordinanza relativa ai vaccini pandemici che contiene ulteriori disposizioni urgenti di protezione civile per fronteggiare il rischio di diffusione del virus influenzale A/H1N1v. Consulta l‘ordinanza.

gennaio

In considerazione del declinare dell‘attività epidemica e della conseguente diminuzione delle richieste di informazione dei cittadini sull‘influenza A/H1N1v, il 29 gennaio viene sospeso il servizio di informazione al pubblico “1500” sulla nuova influenza. Per eventuali informazioni sulla malattia e sulle relative misure di prevenzione i cittadini possono rivolgersi al proprio medico di famiglia, al pediatra e alla propria Asl . In caso di necessità, è previsto l‘immediato ripristino del servizio “1500”, di cui sarà data tempestiva comunicazione.
Scarica il comunicato del ministero della Salute (doc 145 kb).

2009
dicembre

Con la circolare del 9 dicembre 2009 il ministero della Salute fornisce ulteriori indicazioni sulla schedula vaccinale relativamente alle dosi di vaccino pandemico da somministrare a seconda della fascia di età.
Per i bambini tra 6 mesi e 9 anni è prevista la somministrazione di due dosi da 0,5 ml di vaccino pandemico, per i soggetti tra 10 e 60 anni la somministrazione di una sola dose da 0,5 ml e per gli adulti con più di 60 anni la somministrazione di due dosi da 0,5 ml. Scarica la circolare del 9 dicembre 2009 (pdf 59 kb).

Con una ordinanza del 3 dicembre 2009 il ministero della Salute ha disposto una serie di misure urgenti in materia di contenimento dell'impatto della pandemia sulle scorte di sangue ed emocomponenti per il fabbisogno trasfusionale nazionale. Tra le disposizioni previste nell‘ordinanza: la possibilità di ridurre, per i soli donatori di sesso maschile, l'intervallo minimo tra due donazioni di sangue intero da 90 a 60 giorni (fermo restando il numero di donazioni nell'anno non superiore a quattro); la possibilità di applicare un periodo di esclusione temporanea di 7 giorni dopo la cessazione dei sintomi del candidato donatore di sangue per febbre superiore ai 38°C o per affezioni di tipo influenzale. Per maggiori approfondimenti, leggi l‘ordinanza del 3 dicembre 2009 “Misure urgenti in materia di contenimento dell'impatto dell'influenza pandemica A (H1N1) sulle scorte di sangue ed emocomponenti per il fabbisogno trasfusionale nazionale, in attuazione della Direttiva 2009/135/CE della Commissione europea del 3 novembre 2009”.

Un‘ordinanza del 3 dicembre 2009 del ministero della Salute stabilisce che, in prosecuzione e integrazione della campagna vaccinale, la vaccinazione antinfluenzale con vaccino pandemico A/H1N1v venga offerta ai soggetti di età compresa tra 6 mesi e 17 anni, a richiesta, e agli adulti con più di 65 anni affetti dalle patologie riportate nel comma 2 dell'art.1 dell'ordinanza dell'11 settembre 2009. Inoltre, per quanto riguarda la schedula vaccinale, il Ministero dispone la somministrazione di: due dosi da 0,5 ml di vaccino pandemico per i bambini tra 6 mesi e 9 anni, una sola dose da 0,5 ml di vaccino pandemico per i soggetti tra 10 e 60 anni, due dosi da 0,5 ml di vaccino pandemico per gli adulti oltre i 60 anni. Leggi l‘ordinanza del 3 dicembre 2009 “Misure urgenti in materia di protezione AH1N1v”.

Il ministero della Salute il 1 dicembre 2009 ha aggiornato le raccomandazioni generali ad interim per la riduzione del rischio espositivo nei luoghi di lavoro. Il documento illustra le azioni che datori di lavoro, dirigenti e dipendenti devono adottare per la riduzione della diffusione del virus influenzale nei luoghi di lavoro. Inoltre, vengono affrontate la gestione post-esposizione di dipendenti in ambiente di lavoro e l'assistenza a dipendenti in missione per motivi di lavoro. Scarica le raccomandazioni (pdf 68 kb).

Con la circolare del 1 dicembre 2009 il ministero della Salute fornisce ulteriori chiarimenti relativamente a vaccinazione, co-vaccinazione e gruppi a rischio. In particolare, il Ministero comunica che, per assicurare il maggior beneficio ai soggetti trattati e per non ritardare le vaccinazioni programmate, la finestra temporale di tre settimane inizialmente suggerita tra la somministrazione del vaccino pandemico e di quello stagionale non adiuvato, se necessario, può essere ridotta. Anche l‘intervallo di tre settimane consigliato nel caso della somministrazione ai bambini del vaccino pandemico e di quelli inattivati previsti dal calendario vaccinale dell‘età evolutiva potrà essere inferiore. Se la somministrazione dei due vaccini avviene contemporaneamente, si raccomanda di inocularli in siti differenti. Ai pazienti in trattamento chemioterapico, è raccomandato di effettuare la vaccinazione pandemica, possibilmente due settimane prima della chemioterapia o tra un ciclo e l‘altro. Ai soggetti Hiv positivi, è raccomandata la vaccinazione pandemica in un‘unica somministrazione. Ai pazienti trapiantati o in attesa di esserlo e ai pazienti in dialisi, si raccomanda di vaccinarsi contro l‘influenza pandemica con due dosi di vaccino, somministrate a distanza di almeno tre settimane. Scarica la circolare del 1 dicembre 2009 (pdf 535 kb).

novembre

Con una circolare del 19 novembre 2009, il ministero della Salute ha fornito alcuni aggiornamenti sulla sorveglianza delle ospedalizzazioni, delle forme gravi e complicate e dei decessi della nuova influenza da virus influenzale A(H1N1)v e sulla rilevazione della copertura vaccinale per il vaccino pandemico. Non è più necessario compilare la scheda per l‘indagine epidemiologica dei casi confermati di nuova influenza (allegata alla circolare dell‘1 giugno 2009), ma le Regioni e le Province Autonome sono chiamate ogni settimana a segnalare sull‘apposito sito web https://www.iss.it/Site/FLUFF100/login.aspx i dati aggregati relativi a tutti i nuovi casi ospedalizzati con infezione da virus A/H1N1v occorsi durante la settimana di riferimento. Per quanto riguarda la sorveglianza delle forme gravi e dei successivi follow-up, è necessario segnalare al ministero della Salute, attraverso la compilazione di una scheda individuale, i casi di influenza A con gravi complicanze come le infezioni respiratorie acute e le sindromi da distress respiratorio acuto. Le schede devono essere inviate via fax e inserite sul sito web sopra detto. Infine, per la rilevazione di informazioni tempestive e accurate sulla copertura vaccinale del vaccino pandemico, è richiesto l‘invio settimanale dei dati informatizzati sul sito web entro la mattina del martedì successivo alla settimana di segnalazione (da lunedì a domenica). Per ogni dettaglio scarica la circolare del 19 novembre (pdf 1,9 Mb).

Il 19 novembre il ministero della Salute ha emanato una circolare relativa alla distribuzione dei farmaci antivirali per l‘assistenza territoriale, che ribadisce quanto riportato nella circolare del 22 luglio 2009. Poiché un uso non appropriato degli antivirali oseltamivir e zanamivir può portare alla selezione di varianti di virus resistenti ad essi, è necessario limitare il loro impiego ai casi a rischio di complicanze o con patologie pregresse selezionati dai medici ospedalieri, dai Mmg o dai Pls . Ciò vale anche per le donne in gravidanza. Nei casi per i quali si decide di procedere con la somministrazione degli antivirali, il trattamento deve essere iniziato il più presto possibile dopo la manifestazione dei sintomi e deve essere concluso dopo 5 giorni, salvo comparsa di eventi avversi. Gli antivirali saranno distribuiti da Regioni e Province Autonome ai reparti ospedalieri perché vengano somministrati ai pazienti ricoverati. Nei pazienti che non necessitano di ricovero, il trattamento con antivirali avverrà previa prescrizione medica e le Asl dovranno provvedere a rendere disponibile il farmaco attraverso i distretti o in altra forma. Gli operatori sono, inoltre, inviatati a prestare attenzione e a segnalare gli eventuali eventi avversi legati all‘assunzione di questi farmaci. Scarica la circolare del 19 novembre 2009 (pdf 621 kb).

Con la circolare del 6 novembre 2009 e con i successivi chiarimenti, pubblicati nella circolare del 10 novembre, il ministero della Salute ha aggiornato le indicazioni relative alla scheda vaccinale e alle modalità di somministrazione e ai pazienti con patologie autoimmuni. Il Ministero dispone che nell'attuale fase alle persone tra i 10 e i 60 anni (con possibilità di estensione ai 64 anni) verrà somministrata una sola dose da 0,5 ml di vaccino pandemico (Focetria), mentre ai bambini dai 6 mesi ai 9 anni di età saranno somministrate due dosi da 0,5 ml di vaccino. Per quanto riguarda la co-somministrazione, il vaccino pandemico e il vaccino stagionale potranno essere somministrati contemporaneamente, in diversi siti di inoculazione, purché uno dei due vaccini sia del tipo non adiuvato. Nei casi in cui non sia possibile la co-somministrazione, il Consiglio superiore di sanità (Css) ritiene che, soprattutto per i soggetti a rischio di complicanze per patologie pregresse, debba avere la priorità il vaccino pandemico. È, inoltre, raccomandato il rispetto di un intervallo temporale di almeno tre settimane tra le due somministrazioni, sia che si utilizzi vaccino antinfluenzale stagionale adiuvato, sia che si utilizzi vaccino non adiuvato. Anche nel caso di somministrazione del vaccino pandemico ai bambini che stiano effettuando le vaccinazioni previste dal calendario vaccinale pediatrico, si raccomanda di rispettare il medesimo intervallo temporale di almeno tre settimane tra la somministrazione di vaccino pandemico e quella delle altre vaccinazioni. Ai pazienti affetti da malattia autoimmune, infine, il Css consiglia la somministrazione del vaccino solo dopo attenta valutazione da parte del medico curante.
Scarica le circolari del 6 novembre 2009 (pdf 800 kb) e del 10 novembre 2009 (pdf 40 kb).

ottobre

Il 20 ottobre 2009 il Ministero ha esteso le categorie prioritarie per la vaccinazione pandemica , disponendo che le principali categorie a rischio - le donne al secondo e terzo trimestre di gravidanza, le persone di età compresa tra più di 6 mesi e i 17 anni con malattie croniche, i bambini tra i 6 e i 24 mesi nati pretermine, gli adulti di età inferiore ai 65 anni con malattie croniche - siano vaccinate contestualmente al personale sanitario e sociosanitario. Scarica l'ordinanza del 20 ottobre "Misure urgenti in materia di protezione A/H1N1v” (pdf 533 kb).

È attivo il nuovo sito della campagna contro l‘influenza A/H1N1 del ministero della Salute. Il sito www.fermailvirus.it fornisce nuove informazioni dirette a prevenire la diffusione dell'influenza pandemica, attraverso servizi interattivi che aiuteranno i lettori a riconoscerla ed evitarla. Tutti i servizi di comunicazione interattiva del sito hanno lo scopo di svolgere attività di prevenzione attraverso la diffusione delle conoscenze sui corretti comportamenti diretti ad affrontare l‘emergenza dell‘influenza A. Questi contenuti integrano le informazioni pubblicate sul sito del ministero della Salute e non sostituiscono l‘intervento del medico.

Il sito www.fermailvirus.it è suddiviso in 4 macro aree:

  • influenza A (contiene informazioni generali sul virus dell'influenza pandemica, su come prevenirlo e curarlo, sulle donne in gravidanza e sulle modalità per riconoscerne i sintomi)
  • InfluTest (contiene servizi interattivi con i quali, giocando, è possibile imparare a distinguere, prevenire e combattere l‘influenza A)
  • Servizi (contiene una serie di materiali da scaricare e servizi utili per tenersi sempre aggiornati)
  • Membership (al suo interno, tutte le azioni con le quali il lettore può dare il proprio contributo alla battaglia contro il virus).

Inoltre, cliccando sulla cartina dell'Italia presente nella testata del sito, si accede al servizio "Che influenza fa?", che, attraverso la mappa aggiornata ogni settimana sui casi di influenza pandemica clinici (segnalati dai medici), Regione per Regione, illustra la situazione dell'influenza A in Italia. Consulta il nuovo sito www.fermailvirus.it.

Il 14 ottobre 2009 il ministero della Salute ha emanato una circolare che individua i servizi pubblici essenziali e le prestazioni indispensabili e contiene il documento relativo al consenso informato. Il primo allegato della circolare indica, all‘interno di particolari categorie professionali, istituti ed enti, i servizi pubblici essenziali e le prestazioni indispensabili rilevanti ai fini del piano di vaccinazione; il secondo invece, è il modulo informativo e di consenso alla vaccinazione contro l‘influenza da virus A/H1N1v. All‘interno del modulo è disponibile il foglio illustrativo dell‘unico vaccino che è stato autorizzato all‘uso in Italia: Focetria® sospensione iniettabile della Novartis. Scarica la circolare del 14 ottobre 2009 (pdf 500 kb).

Il 14 ottobre 2009 il ministero della Salute ha emanato una circolare relativa al protocollo operativo di sorveglianza dell‘influenza Influnet per la stagione 2009-2010, che integra quella sullo stesso tema pubblicata il 13 ottobre. L‘allegato 9 individua i laboratori accreditati dal Centro di riferimento nazionale (Nic ) per l‘Oms coinvolti nella sorveglianza dei casi con quadro clinico modesto (sistema sentinella – Mmg/Pls) e dei casi con quadro clinico grave, tale da richiedere ricovero ospedaliero (circolare 27/07/2009 e successive). L‘allegato 10 individua i laboratori accreditati dal Nic coinvolti solo nella diagnostica dei casi ospedalizzati (quadro clinico grave - circolare 27/07/2009). Scarica la circolare del 14 ottobre 2009 (pdf 515 kb).

Il 13 ottobre 2009 il ministero della Salute ha emanato la circolare “Sorveglianza della nuova influenza AH1N1 e sorveglianza epidemiologica dell'Influenza - stagione 2009-2010 - Allineamento dei sistemi di sorveglianza” con la quale gli assessorati alla Salute vengono sollecitati a implementare il protocollo operativo di sorveglianza Influnet per la stagione 2009-2010. L‘avvio del protocollo dovrà avvenire entro e non oltre il 19 ottobre 2009 per consentire il corretto monitoraggio della pandemia di influenza sull‘intero territorio nazionale. Una volta completata l‘attivazione del sistema di sorveglianza Influnet, il sistema di notifica settimanale potrà essere sospeso. Il documento invita a estendere il sistema di sorveglianza Influnet a ulteriori medici sentinella per migliorare la valutazione dell‘andamento delle sindormi simil-influenzali. Scarica la circolare del 13 ottobre 2009 (pdf 1,1 Mb).

Il 6 ottobre 2009 è stata presentata la campagna di comunicazione istituzionale per la prevenzione dell‘influenza A. Il testimonial dello spot e dei manifesti è Topo Gigio. Sul sito del Governo italiano guarda il video della conferenza e lo spot della campagna.

Il 5 ottobre 2009 il ministero della Salute ha emanato una circolare diretta alle Regioni e Province autonome che fornisce indicazioni relative al ruolo dei Medici di medicina generale e dei Pediatri di libera scelta nell‘ambito della programmazione dei piani sanitari per contrastare la diffusione della nuova influenza da virus A/H1N1v. La circolare evidenzia la possibilità di creare percorsi integrati tra cure primarie e assistenza ospedaliera, per una corretta presa in carico dei pazienti e per la loro gestione in una logica di continuità assistenziale e sottolinea l'importanza del ruolo dei Medici di medicina generale e dei Pediatri di libera scelta per la prevenzione, la diagnosi e la cura, nonchè per la sensibilizzazione e l‘informazione degli assistiti. Scarica il comunicato stampa del 5 ottobre 2009 del ministero della Salute.

settembre

Il 30 settembre 2009, il ministero della Salute ha emanato una nuova circolare sulla gestione delle forme gravi e complicate di influenza pandemica “Gestione delle forme gravi e complicate di influenza da virus A/H1N1v”. Il documento sostituisce la circolare sullo stesso tema pubblicata il 16 settembre 2009. Scarica la circolare del 30 settembre 2009 (pdf 1,3 Mb).

Il 30 settembre 2009 il viceministro della Salute Fazio ha firmato l‘ordinanza “Misure urgenti in materia di profilassi vaccinale dell‘Influenza pandemica A/H1N1”. Il documento, che integra quella emanata l'11 settembre 2009, individua con maggiore dettaglio le categorie di persone a cui è offerto il vaccino pandemico per il virus A/H1N1v a partire dal momento dell‘effettiva disponibilità del vaccino e fornisce indicazioni sulla co-somministrazione del vaccino contro l‘influenza pandemica con il vaccino dell‘influenza stagionale. La somministrazione può essere praticata ma deve essere eseguita inoculando i rispettivi vaccini in arti differenti, ricorrendo alla somministrazione di vaccino contro l‘influenza stagionale non adiuvato. Consulta la circolare del 30 settembre 2009.

Il 18 settembre 2009 il ministero dell‘Istruzione, dell‘Università e della Ricerca ha emanato un documento con le “Raccomandazioni e indicazioni operative per la gestione dei casi di influenza pandemica da virus A/H1N1v nelle scuole”. Il documento, concordato col ministero della Salute, fornisce raccomandazioni e indicazioni sui comportamenti che devono essere osservati nelle scuole per gestire i casi di influenza pandemica e per prevenirli. In allegato, è disponibile un poster sulle principali regole di prevenzione, utilizzabile per sensibilizzare e informare gli studenti. Scarica: raccomandazioni e indicazioni (pdf 65 kb) e poster (pdf 2 Mb).

In data 16 settembre 2009 il ministero della Salute ha emanato la circolare “Monitoraggio dell‘andamento delle forme gravi e complicate di influenza da virus A(H1N1)v” per fornire un primo orientamento per la gestione delle forme gravi e complicate di influenza da virus A/H1N1v. Tra i casi di influenza con gravi complicanze rientrano quelli con gravi infezioni respiratorie acute, polmoniti e sindromi da distress respiratorio acuto (Ards). La circolare raccomanda a Regioni e Province autonome di procedere alla identificazione dei centri a cui far afferire i pazienti colpiti da insufficienza respiratoria acuta ed Ards sulla base di tre livelli diversificati di complessità tecnologico-organizzativa. Il documento fornisce, inoltre, le indicazioni di massima per la consulenza rianimatoria. Scarica la circolare del 16 settembre 2009 (pdf 522 kb).

L'11 settembre 2009 il ministero della Salute ha emesso l'ordinanza relativa alla copertura vaccinale contro l‘A/H1N1v. Il provvedimento “Misure urgenti in materia di profilassi vaccinale dell‘influenza pandemica A/H1N1” individua le categorie di persone a cui è diretta l‘offerta di vaccinazione contro l‘influenza A/H1N1v. La consegna dei vaccini alle Regioni e alle Province è prevista nel periodo compreso tra il 15 ottobre e il 15 novembre e arriverà a coprire il 40% della popolazione residente in Italia. Le categorie prioritarie cui è rivolta l‘offerta vaccinale sono: le persone ritenute essenziali per il mantenimento della continuità assistenziale e lavorativa; le donne al secondo e terzo trimestre di gravidanza; le persone a rischio comprese tra i 6 mesi e i 65 anni; le persone di età compresa tra i 6 mesi e i 17 anni non incluse nei precedenti punti, sulla base delle indicazioni Emea e del Consiglio superiore di sanità; le persone tra i 18 e i 27 anni non incluse nei precedenti punti. La campagna di prevenzione inizierà non oltre il 1 ottobre 2009. Per quanto riguarda le vaccinazioni delle donne in gravidanza, dei soggetti dai 6 mesi ai 17 anni e le covaccinazioni, verrà emanata un'ulteriore ordinanza a seguito del parere del Consiglio superiore di Sanità.
Leggi l'ordinanza del ministero della Salute.

agosto

Prevista per il mese di ottobre, la conduzione della campagna vaccinale contro l'influenza stagionale 2009-2010 (diretta alle persone anziane e alle categorie a rischio per patologie pregresse). Il vaccino stagionale è diverso e distinto sia per composizione sia per modalità di somministrazione dal vaccino per la pandemia influenzale da nuovo virus A/H1N1v e, pertanto, non offre protezione nei confronti del nuovo virus influenzale pandemico. Il periodo consigliato per la vaccinazione stagionale va dall'inizio di ottobre alla fine dicembre. Per la maggior parte della popolazione si consiglia una sola dose di vaccino antinfluenzale, per i bambini al di sotto dei 9 anni di età, mai vaccinati in precedenza, si raccomandano due dosi di vaccino antinfluenzale stagionale, da somministrare a distanza di almeno quattro settimane. La vaccinazione è raccomandata a: soggetti di età pari o superiore a 65 anni; malati cronici; bambini e adolescenti in trattamento a lungo termine con acido acetilsalicilico, a rischio di sindrome di Reye in caso di infezione influenzale; donne che all‘inizio della stagione epidemica si trovano nel secondo e terzo trimestre di gravidanza; individui ricoverati presso strutture per lungodegenti; medici e personale sanitario di assistenza; familiari e contatti di soggetti ad alto rischio; addetti a servizi pubblici di primario interesse collettivo; personale a contatto con animali che potrebbero costituire fonte di infezione da virus influenzali non umani.
Per maggiori approfondimenti scarica la circolare sull‘influenza stagionale 2009-2010 del ministero della Salute.

Con un comunicato del 31 agosto 2009 il ministero della Salute conferma che in Italia l'anno scolastico inizierà regolarmente. La presenza di manifestazioni influenzali nelle scuole verrà valutata di volta in volta e, se necessario, saranno adottati specifici provvedimenti di contenimento. Leggi il comunicato del 31 agosto 2009.

Il 26 agosto 2009 il ministero della Salute ha comunicato i dettagli della campagna di vaccinazione pandemica nel nostro Paese. La campagna verrà avviata non appena il vaccino per l‘influenza A/H1N1v sarà disponibile e l'immunizzazione del 40% della popolazione verrà effettuata in due fasi: una prima parte presumibilmente nella seconda metà di novembre e una seconda nei primi mesi del 2010. Verranno vaccinati in primo luogo gli individui affetti da patologie croniche gravi, il personale sanitario, il personale di sicurezza (come vigili del fuoco, polizia e protezione civile) e il personale a garanzia dei servizi essenziali (acqua, energia, telecomunicazioni, rifiuti, ecc) e in secondo luogo i giovani di età compresa tra i 2 e i 27 anni. Scarica il comunicato del 26 agosto 2009.

luglio

Sebbene il 31 luglio 2009 siano cessati gli effetti dell‘ordinanza del 4 maggio 2009, che stabilisce le misure profilattiche da adottare contro l'influenza da nuovo virus A/H1N1v per i passeggeri provenienti dal Messico, i punti di frontiera rimangono siti di rilevante interesse strategico, per i movimenti di popolazione, così come per gli ambienti confinati dei vettori marittimi e aerei attraverso i quali questi movimenti avvengono. La circolare ministeriale del 31 luglio 2009 contiene le procedure operative per l‘applicazione di misure di profilassi internazionale, che vengono applicate dagli Uffici di Sanità Marittima, Aerea e di Frontiera, secondo il Regolamento sanitario internazionale.

Il 27 luglio 2009 il ministero della Salute ha emanato una circolare per aggiornare le indicazioni relative alla sorveglianza dell‘influenza A/H1N1v. Il documento è rivolto agli operatori sanitari e fornisce indicazioni sulla sorveglianza virologica ed epidemiologica. Le misure di profilassi contro l'influenza A/H1N1v per i passeggeri provenienti da Messico, Usa e Regno Unito, valide fino al 31 luglio 2009, sono disciplinate dall'Ordinanza ministeriale del 4 maggio e dalla circolare del 20 maggio.
Scarica la circolare del 27 luglio 2009 (pdf 742 kb).

Una circolare del 22 luglio 2009 aggiorna le indicazioni relative all'impiego dei farmaci antivirali per l‘influenza A/H1N1v. Il documento, rivolto agli operatori sanitari, fornisce indicazioni ulteriori sull'uso corretto dei farmaci antivirali per il trattamento e la profilassi dell'influenza da nuovo virus A/H1N1v.
Scarica la circolare del 22 luglio 2009 (pdf 1,5 Mb).

Il ministro del Lavoro, della Salute e delle Politiche sociali Maurizio Sacconi il 22 luglio 2009 alla Camera ha fatto il punto sulla situazione in Italia e sull'azione di Governo: entro la fine del 2009 verranno vaccinati il personale sanitario e i soggetti a rischio di complicanze, per un totale di 8,6 milioni di soggetti. È allo studio l‘eventualità di vaccinare anche i bambini e i giovani dai 2 ai 27 anni (15,4 milioni di soggetti), a partire da gennaio 2010.
Leggi il comunicato del 22 luglio 2009 del ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche sociali.

In data 18 luglio il Ministero ha precisato che, al momento, in Italia, non è previsto alcun rinvio dell‘apertura delle scuole a causa dell‘influenza A/H1N1v. Leggi il comunicato stampa.

giugno

Il 1 giugno il Ministero ha emanato una circolare per gli operatori sanitari. Il documento aggiorna le precedenti circolari per quanto riguarda il rafforzamento delle attività di sorveglianza e la raccolta delle informazioni sui casi confermati di influenza da nuovo virus A/H1N1v. In allegato alla circolare, una scheda per l'indagine dei casi confermati (utile a delineare il quadro epidemiologico e definire i parametri di diffusione della malattia), che, tuttavia, non sostituisce quella di segnalazione di caso, contenuta nella circolare del 20 maggio 2009.
Scarica la circolare del 1 giugno 2009 (pdf 3,1 Mb).

maggio

La circolare ministeriale del 20 maggio aggiorna le precedenti circolari, disponendo le misure di rintracciabilità di passeggeri ed equipaggi provenienti da voli diretti soltanto da aree in cui vi è una trasmissione sostenuta di infezione e la gestione dei passeggeri con sintomi influenzali durante il volo e i relativi contatti stretti. La circolare prevede che passeggeri ed equipaggi provenienti da queste zone forniscano tramite un'apposita scheda elementi utili sulle condizioni di salute e per la rintracciabilità nei 14 giorni successivi al loro arrivo in Italia. A livello internazionale, Stati Uniti e Messico sono le due aree dove vi una trasmissione sostenuta del virus. Scarica la circolare del 20 maggio 2009 (pdf 644 kb).

Il 4 maggio, in accordo con il ministero dell‘Istruzione, Università e Ricerca, è stato disposto che gli studenti delle scuole dell‘infanzia, primarie e secondarie di rientro dal Messico, siano interdetti alla frequenza delle attività scolastiche per 7 giorni dal loro arrivo in Italia. Consulta l'ordinanza del 4 maggio (pdf 2 Mb).

A partire dal 2 maggio per i viaggiatori di ritorno dal Messico sono istituiti presso gli aeroporti italiani percorsi differenziati o canali sanitari. I passeggeri e gli equipaggi di ritorno dal Messico riceveranno tutte le informazioni dagli Uffici di sanità marittima e aerea di frontiera del Ministero (Usmaf ). Una circolare del ministero prevede che i passeggeri con sintomi influenzali vengano avviati verso le strutture sanitarie di riferimento, e invita i passeggeri senza sintomi alla sorveglianza sanitaria a domicilio per 7 giorni.
Consulta la circolare del Ministero del 2 maggio (pdf 3 Mb).

Ultimo aggiornamento: 
19 aprile 2010