Allattamento

Il 12 ottobre 2021 presso il ministero della Salute si è tenuta la Terza Conferenza nazionale sull’allattamento, promossa dal Tavolo tecnico operativo per la promozione dell’allattamento al seno (Tas). Il focus dell’evento è stato la Valorizzazione dell’allattamento e sua tutela, in particolare sono state affrontate tre tematiche principali:

  • la formazione in service del personale sanitario (I sessione)
  • l’ospedalizzazione della coppia in allattamento (II sessione)
  • scuola e allattamento (III sessione).

A questo link sono disponibili le presentazioni dei relatori e sul canale youtube del ministero della Salute è possibile seguire il video della diretta.

In occasione del convegno sono stati inoltre presentati iniziative, proposte e documenti realizzati nel corso dell’emergenza sanitaria.

Il documento Allattamento e pandemia: ruolo del latte materno e raccomandazioni sull'alimentazione infantile è stato redatto dal Tas che, a seguito dell’esperienza acquisita relativamente alla pandemia di Covid-19, ha ritenuto prioritario fissare alcuni concetti base di salute pubblica inerenti all’alimentazione infantile e fornire indicazioni utili in caso di stato emergenziale.
Raccomandazioni in caso di pandemia o altra emergenza sanitaria:

  1. le donne non vanno mai separate dai loro bambini/e, fatta eccezione nei casi in cui la donna o il bambino/a abbiano bisogno di cure intensive
  2. l’allattamento va tutelato ogni qualvolta sia possibile, anche in corso di pandemia
  3. l’eventuale indicazione per un’alimentazione con formula va fatta solo dopo attenta valutazione del rapporto rischio/beneficio di ciascuna opzione alimentare e delle condizioni generali di salute della donna che allatta.

Il documento La continuità del rapporto madre-bambino e il mantenimento dell’allattamento in caso di ricovero ospedaliero - maggio 2021 fornisce, in caso di ospedalizzazione della madre o del bambino successiva a quella del parto, un orientamento non solo ai professionisti della sanità ma ancora prima ai decisori d’area sanitaria (direttori aziendali, sanitari, di dipartimento e di unità operativa) per permettere alla madre che allatta di stare, se lo desidera, con il proprio bambino riducendo così il rischio di interruzione dell’allattamento stesso.

Il documento Raccomandazioni del Tavolo tecnico operativo interdisciplinare sulla promozione dell’allattamento (Tas), delle Società scientifiche e degli Ordini e delle Associazioni professionali fornisce specifiche raccomandazioni sui bisogni formativi minimi in tema di allattamento sia della formazione pre service sia di quella in service, al fine di garantire che i livelli di competenza delle varie figure professionali sanitarie siano in linea con le migliori pratiche per l’allattamento

Il nuovo accordo di collaborazione tra l’Iss e l’Unicef, di durata triennale, è incentrato sulla prevenzione dell’obesità infantile, la promozione della salute delle mamme e nei primi 1000 giorni, la protezione, promozione e sostegno dell’allattamento, la salute delle popolazioni in condizioni di aumentata vulnerabilità e l’alimentazione infantile nelle emergenze.

Ricordiamo che il Tas è finalizzato a favorire la protezione, promozione e sostegno dell’allattamento e a diffondere, presso la popolazione, la consapevolezza dell’importanza dell’allattamento materno come norma naturale, di valore culturale e sociale, in accordo con le linee di indirizzo nazionali e internazionali.

Segnaliamo infine che la Terza Conferenza nazionale sull’allattamento ha avuto luogo al termine della Settimana mondiale per l’allattamento (Sam) 2021 che si è svolta, come ogni anno, dal 1 al 7 ottobre. Con lo slogan “Proteggere l’allattamento: una responsabilità da condividere” questa edizione si è concentrata su come l’allattamento contribuisca alla sopravvivenza, alla salute e al benessere di donne, bambini, bambine e nazioni e sulla necessità di proteggere l’allattamento in tutto il mondo. Tematiche in linea con gli obiettivi di sviluppo sostenibile (sustainable development goals, Sdgs) dell’Agenda 2030, in particolare con l’obiettivo 3 (salute e benessere) e 10 (ridurre le diseguaglianze).

Per approfondire:

Articoli correlati sul sito Ccm:

Ultimo aggiornamento:
28 ottobre 2021