Tumore della cervice uterina: scheda epidemiologica

Questa pagina è stata elaborata sulla base dei dati dei registri tumori. Sul sito dell'Airtum consulta le schede su:

Incidenza e mortalità

Tra il 1998 e il 2002, il tumore della cervice uterina ha rappresentato l‘1,6% di tutti i tumori diagnosticati tra le donne e lo 0,6% dei decessi per neoplasia. I tassi di incidenza sono abbastanza omogenei tra le varie aree italiane. Nella zona coperta dai registri tumori di popolazione sono stati diagnosticati mediamente ogni anno 9,8 casi di tumore della cervice uterina ogni 100 mila donne. Ogni anno in Italia si stimano 3.418 nuovi casi diagnosticati, mentre nel 2002 si sono registrati 370 decessi per tumore della cervice uterina e oltre 1.756 decessi per tumore dell‘utero non altrimenti specificato.

Il rischio di diagnosi di tumore della cervice uterina nel corso della vita (fra 0 e 74 anni) è di 6,2‰ (1 caso ogni 163 donne), mentre il rischio di morire è pari allo 0,8‰.

Per quanto riguarda la modalità di diagnosi, il 94% dei tumori della cervice uterina sono stati individuati con esame istologico, il 3% con esame clinico e il 2% con esame citologico.

Le morfologie più frequenti tra i casi confermati a livello istologico sono il carcinoma a cellule squamose (53%) e l‘adenocarcinoma (12%). I tassi di incidenza sono in diminuzione per quanto riguarda le forme squamocellulari, mentre cresce quello degli adenocarcinomi: attualmente viene diagnosticato un adenocarcinoma ogni quattro carcinomi squamosi.

Sopravvivenza

I dati del 2003 mostrano che a un anno dalla diagnosi il tasso di sopravvivenza relativa è del 95% per le donne fino ai 44 anni e del 72% per le donne sopra i 75 anni. La distanza fra donne giovani e anziane si amplia ulteriormente a distanza di 5 anni dalla diagnosi: la probabilità di sopravvivere a un tumore alla cervice uterina scende all‘80% nella fascia 15-44 anni e al 37% per le ultrasettantacinquenni.

Disaggregando i dati a livello territoriale, si evidenziano notevoli differenze geografiche: a 5 anni dalla diagnosi, il tasso di sopravvivenza delle donne oscilla tra il 78% di Ferrara e il 40% di Napoli, con una media nazionale del 65%.

Ultimo aggiornamento:
13 maggio 2013