Sperimentazione di applicazione di protocolli per il miglioramento delle coperture vaccinali nei soggetti con patologie croniche

La prevenzione delle malattie infettive mediante vaccinazione nei soggetti affetti da patologie croniche costituisce una priorità di salute pubblica in molti Paesi a elevato livello di sviluppo socio-economico, il decremento delle coperture vaccinali a cui si è assistito negli ultimi anni ha di riflesso portato ad un aumentato rischio da parte dei gruppi più fragili di contrarre infezioni, target di interventi vaccinali ormai consolidati. Per la tutela della salute dei pazienti cronici risulta quindi cruciale anche proteggere individualmente, attraverso programmi specifici, i soggetti appartenenti alle categorie a rischio di sviluppare forme gravi e/o complicanze di malattie che non rappresentato invece una seria minaccia per la popolazione sana. Anche il Piano Nazionale Prevenzione Vaccinale (PNPV) 2012-2014 prevede tra gli indicatori di processo la "Capacità di individuare soggetti a rischio per vaccinazioni offerte selettivamente". Il progetto si propone dunque di valutare la applicazione di protocolli per la vaccinazione dei soggetti con patologie croniche, per categoria di rischio e per vaccino, nelle Regioni Puglia e Friuli Venezia Giulia e nell'Ospedale Pediatrico Bambino Gesù, contesti in cui sono attivi programmi operativi specifici. A tal fine verranno revisionate in modo sistematico le indicazioni d'uso e le schedule di immunizzazione per i soggetti affetti da patologie croniche, definite le procedure di offerta e di chiamata alla vaccinazione, attivando e rendendo stabili canali di comunicazione tra Servizi Vaccinali e tutte le altre figure coinvolte nel percorso diagnostico-terapeutico, e definiti e valutati strumenti di informazione, divulgazione e sensibilizzazione dei pazienti cronici all'offerta vaccinale.

Il testo del progetto (PDF: 300 Kb)

Partner
Regione Puglia

Finanziamento
Euro 360.000

Referenti istituzionali
Per il CCM: Maria Grazia Pompa
Per la Regione Puglia: Rosa Prato