Infezione e colonizzazione da patogeni multi-resistenti nell'anziano in residenze sanitarie assistenziali

Secondo dati ISTAT, in Italia vi sono più di 13.000 Residenze Sanitarie Assistenziali (RSA) che complessivamente ospitano più di 400.000 pazienti, di cui il 74% anziani (≥ 65 anni). Le infezioni batteriche endemiche in anziani presso le RSA, costituiscono un problema sanitario importante con costi individuali, sociali ed economici elevati, soprattutto se sostenute da patogeni resistenti ai principali antibiotici utilizzati nel trattamento delle stesse. Inoltre, è importante porre l'accento sul fatto che anziani colonizzati e/o infetti da patogeni resistenti o multi-resistenti (MDR) rappresentano un potenziale serbatoio di tali germi qualora ricoverati in ospedali per acuti e che, viceversa, anziani accolti in RSA dopo una precedente ospedalizzazione possano essere colonizzati da patogeni MDR acquisiti in ambito ospedaliero. In Italia, le evidenze disponibili in letteratura circa la colonizzazione/infezione da germi MDR in ambito RSA sono spesso frammentarie e carenti. Soprattutto gli studi di colonizzazione riguardano molte volte un singolo patogeno, mentre è quanto mai necessario e urgente affrontare più complessivamente il problema della circolazione di ceppi MDR in questo particolare ambito d'assistenza, anche in relazione alla necessità di stimare gli eventuali fattori di rischio per la colonizzazione da MDR ai fini della prevenzione delle infezioni. .Il progetto si propone di descrivere la circolazione tra anziani in RSA di alcuni patogeni MDR emergenti e rilevanti nell'ambito della salute pubblica. Inoltre il progetto prevede di eseguire un'analisi dei dati, ai fini dell'identificazione dei principali fattori di rischio correlati alla colonizzazione per specifici tipi di antibiotico resistenza.

Il testo del progetto (PDF: 260 Kb)

Partner
Istituto Superiore di Sanità (ISS)

Finanziamento
Euro 367.400

Referenti istituzionali
Per il CCM: Maria Grazia Pompa
Per l'ISS: Marina Cerquetti