Sorveglianza e prevenzione di Staphylococcus aureus meticillino-resistente (MRSA) in allevamenti di bovine da latte del nord est italiano ed in lavoratori esposti

Le zoonosi costituiscono, per diffusione e complessità un rilevante problema di salute pubblica. In particolare ai sensi del D.lgs. 81/2008 e s.m.i, nelle attività lavorative che comportano l’esposizione di operatori zootecnici ad animali, devono essere fortemente incoraggiate le strategie di prevenzione volte a tutelare la salute e la sicurezza dei lavoratori. In tale contesto il problema dell’antibiotico resistenza nelle infezioni batteriche sostenute da agenti zoonosici ha assunto un’importanza crescente in tutta Europa. L’esposizione, la manipolazione e il consumo di alimenti contaminati sono potenziali veicoli di trasmissione di ceppi batterici multiresistenti; ne consegue che lo sviluppo di sistemi di sorveglianza delle resistenze batteriche nell’uomo, negli animali o nei prodotti di origine animale sono divenuti strumenti indispensabili per il dilagare della multi resistenza, in particolare. Il progetto si propone di valutare la prevalenza di ceppi di Staphylococcus aureus meticillino-resistenti (MRSA) in allevamenti di bovine da latte nel nord est italiano, di studiarne i determinanti genetici di antibiotico resistenza , virulenza e trasmissibilità e di realizzare valutazioni epidemiologiche utili per comprendere il potenziale rischio di trasmissione all’uomo di ceppi particolarmente patogeni e viceversa. Al riguardo sarà effettuato uno studio di prevalenza negli operatori del settore zootecnico delle aziende dove sono stati isolati gli MRSA, al fine di comprendere se, ed in quale misura gli animali agiscano da serbatoio per la trasmissione all’uomo degli MRSA. I risultati del progetto contribuiranno a migliorare la formazione degli operatori del settore zootecnico mediante l’emanazione di raccomandazioni, linee guida e corsi di formazione specifici; tali risultati contribuiranno inoltre all’elaborazione di procedure specifiche per l’igiene della mungitura al fine di migliorare la qualità del latte.

Il testo del progetto (PDF: 405 Kb)

Partner

Inail

Finanziamento

Euro 349.000

Referenti istituzionali

Per il Ccm: Giancarlo Marano

Per l’Inail: Paola Tomao