Sorveglianza dell'epatite E in Italia: malattia emergente nei Paesi industrializzati

L’epatite E nei Paesi industrializzati si presenta oggi come malattia emergente: è in aumento infatti il numero di casi autoctoni, nonostante sia sempre stata considerata rara in questi Paesi e confinata ai viaggiatori provenienti da aree endemiche. In Italia vi è una sottostima del fenomeno. Nonostante le recenti evidenze sierologiche, cliniche e di genetica molecolare a supporto dell’ipotesi dell’epatite E come possibile zoonosi, sarebbe opportuno confermare ulteriormente l’associazione tra infezioni autoctone da Hev ed i suddetti fattori di rischio, valutare il reale burden dell’infezione e organizzare, avvalendosi della rete Seieva già esistente, una rete di sorveglianza per monitorare l’infezione da Hev. Il centro di coordinamento dell’Iss opererà un monitoraggio continuo dei dati e fornirà un quadro epidemiologico aggiornato dei casi di epatite E, con particolare riferimento all'incidenza per area geografica, età e sesso. Valuterà inoltre la distruzione dei fattori di rischio. Il sistema di sorveglianza consentirà di promuovere a livello territoriale l’esecuzione delle indagini di diagnosi sierologica. Inoltre con la collaborazione dei centri clinici afferenti alle Asl che segnaleranno i casi di epatite E, sarà possibile una più accurata descrizione dell’espressività clinica dell’infezione. Tutto ciò comporterà un’importante ricaduta in sanità pubblica, in quanto sarà possibile suggerire più efficaci e mirate strategie preventive e di controllo dell’infezione (come ad esempio il trattamento delle acque e dei prodotti alimentari) che potranno concretizzarsi in un’ulteriore riduzione della diffusione delle epatiti virali acute in Italia, da attendersi già a breve termine dalla loro attuazione. Al contempo si provvederà inoltre ad una standardizzazione dei test di diagnosi virologica (Real Time PCR vs. Nested PCR) e sierologica che porterà ad una riduzione della quota di falsi negativi.

Il testo del progetto (pdf 550 kb).

Partner

Iss

Finanziamento

199.200 euro

Referenti istituzionali

Per il Ccm: Maria Grazia Pompa 

Per l’Iss: Alfonso Mele