Sostegno al potenziamento delle capacità laboratoristiche locali per approntare la diagnosi microbiologica di legionellosi

Anno: 
2007

L‘aumento di dieci volte del numero di casi di legionellosi notificati al Registro nazionale di sorveglianza dell‘Iss nell‘ultimo decennio, ha sollecitato le istituzioni sanitarie del Paese a porre una maggiore attenzione verso questa malattia infettiva, in termini di: aggiornamento delle linee guida, progetti dedicati al potenziamento delle capacità laboristiche, corsi di formazione presso Asl e Arpa , supporto tecnico centrale alle Regioni nelle indagini epidemiologiche al fine di garantire un‘adeguata e precoce risposta per l‘identificazione, il controllo e la prevenzione dei casi.

Il progetto prevede:

  • il confronto dei ceppi isolati dall‘uomo e quelli isolati dall‘ambiente per risalire all‘origine dell‘infezione
  • la misura dell‘efficienza del metodo colturale rispetto alla PCR real-time
  • la revisione delle linee guida per la prevenzione e il controllo della legionellosi del 4 aprile 2000
  • il supporto tecnico alle indagini microbiologiche per epidemie locali, se richiesto.

Finanziamento

Per questo progetto il Dmipi ha ricevuto un finanziamento di 100.000 €.

Referenti istituzionali

Per il Ccm: Maria Grazia Pompa
Per il Dmipi: Maria Luisa Ricci.

Ultimo aggiornamento: 
4 maggio 2009