Integrazione, formazione e valutazione di impatto dell’inquinamento ambientale sulla salute: Rete Italiana Ambiente e Salute (RIAS)

L’integrazione delle attività tra il settore ambientale e quello sanitario è di importanza fondamentale per proteggere la salute dai rischi derivanti dalla contaminazione ambientale e per garantire luoghi abitativi e di lavoro che tutelino la salute dei residenti e dei lavoratori. La strategia Europea Salute 2020 indica infatti i fattori di rischio ambientali tra i principali determinanti dello stato di salute della popolazione. Esiste in Italia una lunga tradizione nella valutazione degli effetti dei fattori di pressione ambientale sulla salute che ha coinvolto gli operatori del Sistema Sanitario Nazionale (SSN) e del Sistema Nazionale per la Protezione Ambientale (SNPA). Numerosi strumenti sono disponibili per la valutazione: i dati dei sistemi informativi sanitari, dei registri nominativi delle cause di morte, dei registri tumori, delle malformazioni congenite e dei mesoteliomi, di sistemi di sorveglianza nazionali come quello sugli effetti delle ondate di calore, e sullo stato di salute nei siti contaminati (SENTIERI), di indagini ad hoc. Esistono inoltre diversi aspetti metodologici innovativi: lo studio di coorte residenziale, l’utilizzo dei sistemi informativi geografici, gli indicatori di posizione socioeconomica di piccola area, metodi di caratterizzazione e diffusione degli inquinanti nell‟ mbiente. Tutti questi elementi hanno permesso e permettono il monitoraggio degli effetti sulla salute dell esposizione a diverse fonti di inquinanti, con una particolare attenzione alle possibili diseguaglianze di genere, di età e sociali. Questa multiformità di interventi necessita tuttavia di una ricomposizione in una rete in grado di armonizzare e potenziare l’ azione degli enti impegnati sui temi ambiente e salute. Il progetto Rete Italiana Ambiente e Salute (RIAS) intende pertanto consolidare il coordinamento delle componenti istituzionali sul tema Ambiente e Salute in Italia attraverso il coinvolgimento e lavoro congiunto delle strutture ambientali e sanitarie, attraverso la creazione di una piattaforma collaborativa e l’elaborazione di specifici piani di formazione e comunicazione.

Il testo del progetto (Pdf: 954 Kb)

ENTE PARTNER: Regione Lazio

COSTO: 450.000,00 euro

Referenti istituzionali
Per la Regione Lazio: Carla Ancona