Definizione e implementazione di un modello operativo innovativo di task shifting per promuovere l’engagement e la literacy alimentare nella prevenzione del Diabete Mellito e delle sue complicanze: il protocollo FooDia-Net

Il Diabete Mellito (DM) rappresenta una delle patologie croniche a più ampia diffusione nel mondo ed è previsto che le persone affette da DM aumenteranno a livello globale da 400 milioni a 600 milioni entro il 2035. Stili di vita non salutari, in particolare per quanto riguarda il regime alimentare, risultano essere uno dei fattori principali di rischio per l’insorgenza del DM e delle sue complicanze. Tuttavia spesso il cittadino/paziente appare poco consapevole di questi rischi e poco equipaggiato di competenze e conoscenze utili a sostenere un adeguato stile di vita e a prevenire il rischio di DM. Di conseguenza appare urgente promuovere iniziative di sensibilizzazione ed educazione rivolte ai pazienti affetti da DM al fine di renderli più consapevoli ed informati non solo circa le specificità della loro patologia e del relativo trattamento, ma anche in merito all’importanza di adottare comportamenti proattivi di gestione dello stile di vita e della terapia farmacologica. L’adozione di approcci finalizzati alla prevenzione e cura del DM in cui vengano mobilitate le diverse risorse e le competenze professionali presenti sul territorio in un modello raccordato e continuativo può contribuire ad azioni più efficaci ed appropriate. La letteratura scientifica e le evidenze cliniche sottolineano infatti l’importanza di operare un cambiamento culturale in sanità volto alla valorizzazione del team multidisciplinare e della collaborazione tra le diverse professionalità per una migliore promozione dell’engagement delle persone nei loro percorsi sanitari sia di prevenzione che di gestione di una malattia Il presente progetto è prioritariamente volto a sperimentare un modello operativo innovativo di task shifting volto a promuovere una più efficace gestione multi-professionale e inter-settoriale della prevenzione del DM e/o delle sue complicanze mediante l’implementazione di iniziative di educazione alimentare e di supporto all’engagement dei cittadini/pazienti. Il progetto ambisce anche a contribuire alla formazione, sensibilizzazione e al coinvolgimento dei diversi attori professionali rispetto all’importanza di promuovere nuove forme coordinate e transettoriali di prevenzione e di promozione dell’engagement del cittadino/paziente e della sua literacy alimentare.

Il testo del progetto (Pdf: 936 Kb)

ENTE PARTNER: Regione Puglia

COSTO: 446.000,00 euro

Referenti istituzionali
Per la Regione Puglia: Elisabetta Anna Graps