Effetti dell’inquinamento atmosferico sullo stato di salute della popolazione italiana, con particolare riferimento alle patologie cardiovascolari e respiratorie. Un’analisi basata su micro-dati e modelli di micro-simulazione per trarne valutazioni utili ai fini del monitoraggio dei Piani Nazionali

L’Italia occupa il terzo posto nella classifica dei paesi più inquinati dell’UE, dopo Bulgaria e Grecia. L'inquinamento atmosferico può causare molte patologie, ma in particolare è considerato un fattore di rischio per le malattie respiratorie, per quelle cardiovascolari e per varie tipologie di tumori. Questi effetti sono piuttosto noti nella letteratura medica, che ha messo in luce conseguenze particolarmente gravi nei primi anni di vita degli individui e nelle persone più anziane già affette da patologie polmonari. L’inquinamento atmosferico è inoltre causa di un notevole impatto economico in termini di aumento di spesa sanitaria e riduzione della produttività lavorativa. Il gruppo più vulnerabile è costituito dai bambini sotto i 5 anni, in quanto i loro organi e il sistema immunitario sono in via di sviluppo e le vie respiratorie sono di minori dimensioni rispetto agli adulti. In particolare, nel caso dei bambini la letteratura medica evidenzia un effetto negativo di esposizione all'inquinamento atmosferico durante il periodo di gravidanza e l’età infantile, anche a livelli di esposizione relativamente bassi. Oltre all’importanza dell’inquinamento atmosferico, la recente letteratura epidemiologica ed economica ha esaminato anche l’impatto degli eventi legati a vari fenomeni naturali sulla salute fetale e neonatale. Tali studi sottolineano l’associazione tra l’esposizione della madre in gravidanza agli effetti dei disastri climatici, sismici o vulcanici, e gli outcomes fetali e neonatali .Alla luce di ciò in un’ottica di pianificazione di interventi preventivi, la presente proposta progettuale vuole offrire una valutazione degli impatti dell’inquinamento e dei disastri naturali (climatici, sismici o vulcanici) sulla salute, in particolare per le malattie cardiovascolari e respiratorie. Nello specifico, si propone di elaborare una mappatura dei livelli di esposizione ad agenti inquinanti nell’aria e a fenomeni naturali estremi e valutarne gli impatti sul sistema sanitario e sulla salute umana in un’ottica multidimensionale utilizzando diversi indicatori di salute e indicatori di sostenibilità del sistema sanitario (spesa ed utilizzo strutture).

Il testo del progetto (Pdf: 371 Kb)

Ente: Ceis Tor Vergata

Euro: 110.000,00

Materiali utili e prodotti finali