Piano Operativo Nazionale per la Prevenzione degli Effetti delle Ondate di calore sulla salute. Sistema di sorveglianza degli effetti delle ondate di calore e dell’inquinamento atmosferico nelle aree urbane sulla salute

Gli effetti sulla salute legati ai cambiamenti climatici rappresentano uno dei problemi più rilevanti di sanità pubblica a livello globale. L’OMS stima oltre 250,000 decessi annui in più nel mondo a causa dei cambiamenti climatici per il periodo 2030-2050. L’area Mediterranea, ed in particolare l’Italia, sono ritenute tra le aree più vulnerabili ai rischi associati ai cambiamenti climatici. Secondo l’ultimo aggiornamento del Global Burden of Disease del 2015 in Italia, l’inquinamento atmosferico è all’ottavo posto tra le cause di malattia e di mortalità ed è responsabile di circa 30,000 decessi prematuri l’anno. Al fine di rispondere alla Strategia Europea di Adattamento ai Cambiamenti Climatici (adottata nel 2013) e alle esigenze della strategia italiana occorre predisporre a livello nazionale un piano di risposta integrato in relazione a diverse esposizioni ambientali correlate ai cambiamenti climatici, come ondate di calore e inquinamento atmosferico, insieme alla promozione di misure di adattamento indirizzate a specifici sottogruppi a rischio al fine di aumentare la “resilienza” delle popolazioni più vulnerabili. Il progetto si propone quindi di estendere l’approccio multicomponenti del Piano Operativo Nazionale alla prevenzione degli effetti dell’inquinamento atmosferico, strutturando un Piano di Prevenzione Integrato che si basa su monitoraggio, sorveglianza sanitaria e valutazione dell’impatto sanitario, comunicazione del rischio e messaggi alla popolazione, formazione degli operatori sanitari e sensibilizzazione degli stakeholders del sistema sanitario.

Il testo del progetto (Pdf: 866)

Ente: Asl RM1

Euro: 170.000,00