Stratificazione del rischio di fragilità della popolazione: valutazione di impatto e analisi dei modelli organizzativi

La prospettiva del Population Health Management (approccio di salute di popolazione) rappresenta un fondamento della letteratura sulle patologie croniche e pone l’obiettivo di mantenere la popolazione in condizioni di buona salute rispondendo ai bisogni del singolo paziente sia in termini di prevenzione sia di cura delle condizioni croniche attraverso l’identificazione della popolazione di riferimento in base al bisogno di salute, alla stratificazione in base alla gravità e alla valutazione dei modelli di presa in carico. Questa differenziazione risulta indispensabile per definire le strategie e gli interventi di medicina di iniziativa più efficaci rispetto a quei sottogruppi di popolazione che potrebbero maggiormente beneficiarne, per ottimizzare il trattamento multidisciplinare e personalizzare l'assistenza e il Piano di cura, nel rispetto del principio di equità e di centralità del paziente e delle sue scelte, ma è anche requisito di efficacia e di efficienza attraverso la riduzione degli interventi inappropriati. La medicina d’iniziativa mira quindi sia alla prevenzione che al miglioramento della gestione delle malattie croniche in ogni loro stadio e riguarda dunque tutti i livelli del sistema. Questo progetto si propone di valutare sia l’efficacia di alcuni interventi già attuati sul territorio che l’impegno economico associato alla presa in carico dei pazienti e l’impatto, in termini di costi e riduzione attesa di eventi avversi, derivante dalla presa in carico dei pazienti.
Il progetto ha anche la finalità di analizzare e confrontare i modelli organizzativi (per esempio, ambulatori infermieristici nelle Case della Salute) attivati dalle Regioni per la presa in carico dei pazienti individuati come fragili, analizzare strumenti di supporto motivazionale all’aderenza alle cure e, infine, valutare l’impatto sull’integrazione professionale associato all’utilizzo dei profili di rischio.

Il testo del progetto (Pdf: 124 Kb)

ENTE PARTNER: Regione Emilia Romagna

COSTO: 450.000,00 euro

Referenti istituzionali
Per la Regione Emilia Romagna: Antonio Brambilla