SMART: Strategie innovative per Migliorare le Abitudini di vita e Ridurre l’incidenza di Tumori e di altre malattie croniche non trasmissibili

Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), in Italia circa il 92% dei decessi totali è dovuto a malattie croniche non trasmissibili (MCNT). In particolare, quasi il 70% delle cause di morte è attribuibile a due gruppi di malattie: le patologie cerebro-cardiovascolari e i tumori.
Da una recente revisione della letteratura è emerso come un percorso personalizzato, che lavori sulle conoscenze e sulla disponibilità al cambiamento di ciascun soggetto, sia più efficace di interventi basati su materiali informativi contenenti raccomandazioni generali su uno stile di vita sano. In particolare l’invito allo screening, può essere un momento importante durante il quale  intercettare la popolazione ed attivare un processo di empowerment individuale e rendere i soggetti attivi nelle proprie scelte in fatto di salute. Obiettivo generale del progetto è quello di aumentare la prevalenza di comportamenti salutari nella popolazione aderente ai programmi di screening cervicale (25-64 anni) e mammografico (45-69 anni), attraverso la creazione di uno sportello informativo e di counselling sugli stili di vita (Sportello SMART), al quale affiancare strumenti comunicativi innovativi, quali il web e applicazioni mobili, che si sono rivelate efficaci quando associate a qualche interazione con gli operatori sanitari. Inoltre si intende mappare la distribuzione dei fattori di rischio comportamentali nella popolazione invitata allo screening in ogni area territoriale coinvolta, e intercettare e mettere in rete le risorse del territorio che offrono interventi e risorse per la promozione di uno stile di vita sano sulla base di interventi/raccomandazioni coerenti e scientificamente rigorosi. Verranno poi  promossi percorsi formativi rivolti a  tutti gli operatori dei programmi di screening, ai Medici di Medicina Generale e agli operatori attivi presso i servizi/associazioni della rete. Infine sarà valutata l’efficacia e il gradimento degli interventi proposti, anche sotto il profilo dell’equità, con una stratificazione dei risultati in base ai due percorsi (web e sportello SMART), agli esiti del test di screening ed alle caratteristiche socio-demografiche delle partecipanti.

Il testo del progetto (Pdf: 125 kb)

ENTE PARTNER: Regione Piemonte

COSTO: 439.800,00 euro

Referenti istituzionali
Per la Regione Piemonte: Livia Giordano