Messa a Sistema della Banca Dati Prosa per la promozione della salute con particolare riferimento agli interventi nella scuola

Il 2 aprile 2015 è stato siglato un nuovo Protocollo d’intesa tra il Ministro della Salute e il Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca “Per la tutela del diritto alla salute, allo studio e all’inclusione”, finalizzato a rafforzare la collaborazione inter-istituzionale per migliorare, coordinare e agevolare le attività di rispettiva competenza per la tutela e promozione della salute e del benessere psicofisico di bambini, alunni e studenti, sostenendo e sviluppando azioni volte a promuovere l’offerta attiva di iniziative di promozione ed educazione alla salute rivolte ai bambini ed adolescenti, privilegiando metodologie di “peer education” e “life skill education”.
Tali obiettivi sono in linea con quanto sancito dal nuovo PNP 2014-2018  che, implementando gli obiettivi del Programma nazionale “Guadagnare Salute”, ha previsto l’attuazione di interventi di promozione della salute con un approccio intersettoriale, trasversale ai determinanti di salute e per ciclo di vita e ha individuato la scuola come uno tra i setting prioritari di intervento. Inoltre lo stesso  Piano tra gli obiettivi centrali a carattere di sistema del capitolo “Accountability dell’organizzazione e sostenibilità della prevenzione” ha previsto “un sistema informativo nazionale che sorvegli qualità e quantità delle azioni di promozione della salute, che sia in grado di selezionare e valorizzare le buone pratiche, di monitorare le attività e quantificarne il consumo di risorse”. Con il presente progetto si intende mettere a sistema la banca dati Pro.Sa. come sistema informativo comune a tutte le regioni, in grado di monitorare qualità e quantità delle azioni di promozione della salute e di selezionare e valorizzare le buone pratiche, con una particolare attenzione ai programmi ed alle azioni realizzati nel setting scuola. Detta Banca dati è stata istituita nel 2000 al fine di documentare le esperienze piemontesi e poi a partire dal 2007 è stata sperimentata a livello sovra regionale grazie a progetti promossi dal Ministero della Salute nell’ambito del programma nazionale Guadagnare Salute.

Il testo del progetto (Pdf: 110 kb)

Ente: Regione Piemonte-ASLTO3

Euro: 80.000,00