Sistema operativo nazionale di prevenzione ed allerta per ondate di calore

Gli effetti delle variazioni del clima sulla salute, in particolare quelli legati all’aumento progressivo della temperatura globale, sono tra i problemi più rilevanti di sanità pubblica per i gravi rischi per la salute, in particolare su sottogruppi di suscettibili a causa dell’età, di condizioni di salute, di condizioni socioeconomiche, culturali ed ambientali. In Europa, le ondate di calore rappresentano la principale causa di decessi prematuri associati ad eventi estremi o disastri negli ultimi 40 anni. La prevenzione degli effetti degli eventi climatici estremi (ondate di calore, ondate di freddo, alluvioni) rappresenterà, nei prossimi anni, uno degli aspetti prioritari per la programmazione degli interventi di sanità pubblica. Inoltre, considerato il progressivo invecchiamento della popolazione e le nuove evidenze su altri potenziali sottogruppi a rischio è essenziale programmare specifici interventi di prevenzione indirizzati ai sottogruppi maggiormente suscettibili. A tal fine dal 2004 è attivo in Italia il Piano Operativo Nazionale per la Prevenzione degli effetti del caldo sulla salute del CCM-Ministero della Salute in 34 città con oltre 200,000 abitanti che ad oggi rappresenta l’unica misura di sanità pubblica di adattamento ai cambiamenti climatici operativa, e che con il presente progetto si intende supportare ed implementare. Detto Piano rappresenta un’esperienza unica in Europa in quanto si basa sulle migliori evidenze disponibili e segue le indicazioni incluse nelle linee guida internazionali dell’OMS. In particolare, il coordinamento centrale dei sistemi di allarme, del monitoraggio rapido della mortalità e delle attività di prevenzione, hanno permesso l’adozione di strumenti comuni ed una condivisione delle “bestpractice” in ambito di sanità pubblica.

Il testo del progetto (PDF: 114 kb)

Ente: Azienda Sanitaria Locale Roma E

Euro: 140.000