Sorveglianza nazionale delle infezioni correlate all’assistenza

Le infezioni correlate all’assistenza (ICA), comprensive di quelle sostenute da germi antibioticoresistenti (AMR), rappresentano una complicanza frequente dell’assistenza sanitaria e socio-sanitaria e comportano costi elevati per il paziente, il servizio sanitario e la società. La sorveglianza delle ICA, ed in particolare di quelle maggiormente prevenibili, rappresenta uno strumento essenziale per monitorare il trend epidemiologico, indirizzare gli interventi ma, soprattutto, promuovere azioni di miglioramento stimolate anche dal confronto con i risultati ottenuti in centri che trattano pazienti simili. L’European Center for Disease Control dal 2008 raccoglie annualmente dati sulle infezioni in reparti a rischio dai diversi paesi europei. Per promuovere il miglioramento continuo delle attività di prevenzione e controllo delle ICA e dell’antibioticoresistenza in ambito assistenziale e per contribuire al sistema europeo di sorveglianza coordinato dall’ECDC delle ICA è essenziale mantenere ed ampliare le reti collaborative di sorveglianza a livello nazionale costruite in questi anni. E’ necessario inoltre che tale ampliamento preveda l’integrazione con le specifiche attività di sorveglianza dedicate al fenomeno dell’antibioticoresistenza, presenti o da sviluppare in futuro sul territorio nazionale, così come indicato da ECDC e WHO. Con il progetto si intende dunque assicurare la partecipazione dell’Italia ai sistemi di sorveglianza delle infezioni correlate all’assistenza (ICA) coordinati a livello europeo dall’ECDC e la disponibilità di dati epidemiologici sulle ICA in diversi ambiti a livello nazionale.

Il testo del progetto (PDF: 233 kb)

Ente: Regione Emilia Romagna

Euro: 125.000