Sorveglianza di laboratorio di infezioni causate da Legionella

La sorveglianza di laboratorio della legionellosi è di fondamentale importanza per la prevenzione ed il controllo di questa malattia che colpisce prevalentemente anziani ed immuno-compromessi, due fasce di popolazione in aumento nella nostra società, anche se negli ultimi anni, dai dati raccolti dal Registro nazionale di sorveglianza della legionellosi, numerosi sono stati i casi anche in età giovane-adulta ed in soggetti immuno-competenti. L’infezione si contrae attraverso l’inalazione di aerosol contaminato, prodotto da impianti idrici e torri di raffreddamento non correttamente manutenuti, ma anche attraverso altri dispositivi e fonti quali riuniti odontoiatrici, autolavaggi, acqua dei tergicristalli, pozzanghere e terreno o i più recenti “misting devices” utilizzati per raffrescare ambienti chiusi e aperti di vario tipo, etc. Dati epidemiologici relativi al 2013 hanno mostrato che nell’83,4% dei casi l’origine dell’infezione non è nota risulta pertanto necessario implementare la diagnosi attraverso l’esame colturale almeno nei laboratori di riferimento regionali, per poter risalire alla fonte di infezione ed evitare che altri casi possano verificarsi.
Il progetto intende appunto rafforzare la sorveglianza delle infezioni causate da Legionella attraverso un’azione integrata operata sull’incremento della diagnosi di laboratorio e il controllo ambientale della diffusione del batterio. L’implementazione della sorveglianza avverrà attraverso l’attivo coinvolgimento dei laboratori ospedalieri di microbiologia del SSN e dei laboratori di riferimento per la diagnosi clinica, sui quali verrà preliminarmente  effettuato un controllo di qualità per verificare le capacità diagnostiche.

Il testo del progetto (PDF: 528kb)

Ente: ISS

Euro: 100.000