Realizzazione di un database interregionale validato per l’Oncologia (D.I.V.O.- Network) quale strumento di valutazione di impatto e di appropriatezza delle attività di prevenzione primaria e secondaria in ambito oncologico

Il nuovo Patto per la Salute 2014-2016 prevede, tra l’altro, che le Regioni implementino dei sistemi adeguati di valutazione della qualità delle cure e dell’uniformità dell’assistenza, orientino la Ricerca verso il settore della Ricerca dei Servizi Sanitari (Health Services Research), la quale ricomprende studi comparativi finalizzati alla valutazione di efficacia o costo-efficacia di interventi sanitari, e promuovano la valutazione e il monitoraggio dell’introduzione di nuove tecnologie nel SSR ed una capacità di regolazione dell’accesso e dell’erogazione secondo criteri di sicurezza, equità e sostenibilità (il cosiddetto Health Technology Assessment – HTA). 

Oggi le istituzioni sanitarie raccolgono in maniera sistematica, enormi volumi di informazioni relative alle prestazioni erogate, con  i quali vengono alimentati vastissimi database elettronici grazie ai quali sarebbe possibile condurre ricerche di tipo epidemiologico-clinico e di ricerca sui servizi sanitari. In particolare la realizzazione di un sistema di valutazione dei servizi sanitari validato, nell’ambito della prevenzione oncologica primaria e secondaria, richiede un esteso e complesso processo di validazione scientifica dei database elettronici costituenti il sistema informativo sanitario regionale.

Ciò costituisce  proprio l’obiettivo principale del presente progetto D.I.V.O.- Network, con il quale si intendono validare i dati disponili in ambito sanitario derivanti da flussi correnti, utilizzando le metodologie già utilizzate in ambito internazionale e descritte in letteratura. Verrà, pertanto realizzato un database interregionale (network) validato comune alle strutture delle Regioni partecipanti (Umbria, Friuli-Venezia Giulia ,Campania) basato sui dati di dimissione ospedaliera, delle prescrizioni farmaceutiche, dei dati anagrafici anonimi e, ove disponibili, anche dei dati di laboratorio quale strumento di valutazione di impatto e di appropriatezza delle attività di prevenzione primaria e secondaria in ambito oncologico.

Testo del progetto (PDF: 65 Kb)

Partner
Regione Umbria

Finanziamenti
Euro 352.000

Referenti istituzionali
Per il CCM: Lorenzo Spizzichino
Per la Regione Umbria: Alessandro Montedori