Emergenza e continuità dell'assistenza: implementazione di un modello organizzativo integrato ospedale-territorio per la presa in carico dei pazienti anziani complessi

Il progressivo invecchiamento della popolazione esercita una pressione crescente sui sistemi sanitari dei paesi industrializzati, non solo per l’aumentata richiesta di prestazioni nel settore delle cure a lungo termine, ma anche per l’esponenziale incremento delle richieste di prestazioni di emergenza urgenza.

Spesso i professionisti operanti nell'ambito della rete dell'emergenza possiedono scarse o limitate informazioni sui pazienti che afferiscono ai loro servizi, essendo difficile la comunicazione con i medici di Medicina menerale, i servizi domiciliari e residenziali e non essendo condivise le informazioni relative a precedenti ricoveri o accessi al Pronto soccorso (PS). Tutto ciò può determinare un incompleto inquadramento del paziente anziano in PS, la prescrizione di esami diagnostici e/o trattamenti inappropriati ed un trasferimento solo parziale delle informazioni cliniche ai servizi territoriali incaricati di riprendere in carico i pazienti anziani non ospedalizzati a seguito dell'accesso alla rete dell'emergenza. Non sorprende pertanto che i pazienti anziani dimessi al proprio domicilio dopo una visita in PS siano esposti al rischio di molteplici eventi avversi, quali declino funzionale, peggioramento della qualità di vita e mortalità.

Obiettivo del progetto è identificare in PS i pazienti anziani a più elevato rischio di eventi avversi dopo la dimissione, per i quali potrebbero essere attivati specifici interventi preventivi, volti ad evitare l’inappropriata utilizzazione di servizi e la relativa crescita dei costi per il SSN attraverso l’implementazione di un modello di gestione del paziente anziano complesso nella rete dell’emergenza urgenza e l’utilizzo di strumenti di valutazione e sistemi elettronici integrati.

Il testo del progetto (PDF: 212 Kb)

Partner
Regione Marche

Finanziamento
Euro 220.000

Referenti istituzionali
Per il CCM: Pietro Malara
Per la Regione Marche: Carlos Chiatti