Implementazione di un modello organizzativo integrato per la gestione del paziente con demenza: dalla prevenzione alla cura con presa in carico

Nel nostro Paese si assiste ad un rapido aumento della popolazione geriatrica, ciò corrisponde spesso in termini sanitari ad un aumento delle malattie cronico degenerative, tra cui la demenza. Sul piano assistenziale il paziente con decadimento cognitivo è un paziente complesso sia da un punto di vista clinico sia gestionale. Il problema interessa soprattutto il versante dei servizi e della presa in carico globale sia del paziente, che delle famiglie, che spesso sono gravate da un cospicuo carico assistenziale. È dunque necessario implementare delle strategie che promuovano degli approcci integrati, favorendo in particolare gli interventi preventivi socio sanitari volti a contrastare il rischio di demenza o a modificare il decorso del decadimento cognitivo, migliorando così la qualità della vita e nel contempo determinando una riduzione dei costi nell’assistenza sanitari.

Il progetto si propone di implementare nei contesti che partecipano al progetto il modello organizzativo integrato della rete dei servizi specificatamente dedicato alle problematiche e ai bisogni dei soggetti con decadimento cognitivo e sindrome demenziale. Tale modello si prefigge di garantire il coordinamento, la razionalizzazione e la continuità delle prestazioni e delle cure erogabili, con particolare attenzione alla prevenzione, alla promozione, nelle popolazioni a rischio, di stili di vita appropriati e alla presa in carico globale dei bisogni del malato di demenza e della famiglia, dall’esordio alle fasi terminali della malattia.

Il testo del progetto (PDF: 1,1 Mb)

Partner
Regione Veneto

Finanziamento
Euro 295.100

Referenti istituzionali
Per il CCM: Teresa Di Fiandra
Per la Regione Veneto: Maurizio Gallucci