L’impatto dei modelli proattivi implementati a livello regionale per l’assistenza alle persone affette da patologie croniche

L'attuale fase della transizione epidemiologica è caratterizzata da un elevato e crescente carico di malattia, attribuibile alle comuni condizioni croniche che dovrebbero essere gestite prevalentemente a livello territoriale, tra le quali il diabete, cardiopatia ischemica, insufficienza cardiaca. L’OMS nel piano d’azione 2008-2013 per la strategia globale di prevenzione e controllo delle malattie croniche ha confermato l’obiettivo globale del 2005 di ridurre il trend stimato di morte per malattia cronica del 2% ogni anno. Ciò richiede lo sviluppo di sistemi di gestione proattiva della cronicità che garantiscano soluzioni innovative per l’efficacia, l’appropriatezza e la sostenibilità economica delle attività offerte. Alcuni di questi modelli innovativi sono già in fase di sperimentazione nel contesto di vari Servizi Sanitari Regionali e sono specificatamente finalizzati alla prevenzione delle complicanze e delle recidive nel paziente cronico e complesso, con necessità di risposte di lungo termine, multi professionali. Tuttavia tali modelli si presentano ancora in forma molto eterogenea sul territorio nazionale.

Il presente progetto, pertanto, si propone da una parte di individuare i modelli innovativi per la gestione proattiva delle cronicità sul territorio, di selezionare i più rilevanti ed analizzarne le caratteristiche organizzative, dall’altra di misurare l’impatto di tali modelli in termini di livelli di adesione alle raccomandazioni cliniche da parte degli assistiti affetti da patologie croniche e in termini di consumi di prestazioni sanitarie. Scopo ultimo del progetto è quello di evidenziare l’impatto dei modelli innovativi implementati a livello regionale e fornire indicazioni programmatorie per migliorare la qualità dell’assistenza erogata a livello territoriale alle persone con patologie croniche.

Testo del progetto (PDF: 640 Kb)

 

Partner

AGENAS

Finanziamento

Euro 180.000

Referenti istituzionali

Per il Ccm: Valeria Mastrilli

Per l'AGENAS: Mariadonata Bellentani

 

Materiali

Executive summary (PDF: 355 Kb)