Piano di informatizzazione e sviluppo integrato delle attività dei centri operativi regionali del registro nazionale dei mesoteliomi per la prevenzione delle malattie asbesto correlate

L’Italia è stata fino alla fine degli anni ’80 il secondo maggiore produttore europeo di amianto in fibra dopo l’Unione sovietica, ed il maggiore della Comunità Europea. La sorveglianza epidemiologica dei casi di mesotelioma è svolta in Italia dal Registro Nazionale (ReNaM) istituito dal DPCM 308/202. Il registro si struttura come un network ad articolazione regionale, ed ogni Regione ha istituito e finanzia un Centro Operativo (COR) con compiti di identificazione di tutti i casi di mesotelioma insorti nel proprio territorio e di analisi della storia professionale, residenziale, familiare ed ambientale dei soggetti ammalti. Tuttavia nell’attività del ReNaM sono presenti alcune criticità rispetto alla uniformità nei criteri di classificazione e codifica della diagnosi e dell’esposizione, alla tempestività nella trasmissione dei dati e nella pubblicazione degli indicatori epidemiologici aggregati e alla capacità di rilevare in tutte le realtà territoriali i casi incidenti ed intervistarli rapidamente e direttamente. Con il progetto si intende dunque superare dette criticità, infatti l’obiettivo generale è quello di rendere più uniformi, tempestive ed efficaci le attività dei COR, attraverso la digitalizzazione degli archivi, la definizione del repertorio dei criteri di classificazione delle esposizioni, l’istituzione di panel di revisione diagnostica ed anamnestica e l’informatizzazione della trasmissione dei dati al registro nazionale. Inoltre, verranno integrati i dati disponibili di incidenza con quelli di mortalità, identificando le aree a maggior rischio e l’impatto sanitario complessivo delle malattie asbesto correlate. Saranno infine forniti ai COR gli elementi per l’estensione delle attività di sorveglianza e caratterizzazione dei rischi per le neoplasie del polmone, laringe e d ovaio, indotte da inalazione di fibre aerodisperse di amianto.

Il testo del progetto (PDF: 370 Kb)

Partner

Inail

Finanziamento

Euro 390.000

Referenti istituzionali

Per il Ccm: Mariano Alessi

Per l’Inail: Alessandro Marinaccio