Realizzazione di un sistema standardizzato di misure delle disuguaglianze di salute, in sistemi d’indagine e sorveglianza già disponibili, al fine di identificare priorità e target, e valutare l’impatto di interventi di contrasto

Con la Comunicazione della Commissione del 20 ottobre 2009 al Parlamento europeo al Consiglio, al Comitato economico e sociale europeo e al Comitato delle regioni relativa alla “Solidarietà in materia di salute, riduzione delle disuguaglianze sanitarie all’interno dell’UE”, è stato segnalato come nelle politiche europee e in quelle della maggior parte dei Paesi membri non ci sia ancora sufficiente consapevolezza delle disparità di salute e delle loro conseguenze. Considerando che un’equa distribuzione della salute nella popolazione è la base per lo sviluppo economico e sociale complessivo, la Commissione propone di concentrarsi, tra gli altri obiettivi, sulla necessità di monitorare meglio le disuguaglianze di salute per fondarvi ogni azione di contrasto. In risposta a questo stimolo In Italia la Conferenza delle Regioni, attraverso la sua Commissione Salute, ha costituito un Gruppo di Lavoro interregionale su Equità nella Salute e nella Sanità con il compito di elaborare proposte di raccomandazioni per le Regioni in merito a priorità, target e strumenti per la riduzione delle diseguaglianze in salute e sanità. Il patrimonio informativo sanitario italiano ha già fatto, recentemente, significativi passi avanti nelle proprie capacità di monitoraggio delle diseguaglianze, eppure presenta ancora numerose lacune che ne limitano la capacità di misura in modo sistematico, come sarebbe richiesto dagli indirizzi europei. Il progetto si propone pertanto di migliorare la capacità del sistema di prevenzione italiano di monitorare le disuguaglianze di salute, misurarne la quota attribuibile ai diversi fattori di rischio e l’impatto degli interventi di prevenzione in termini di riduzione delle disparità di salute prevenibili, con particolare riguardo alla vulnerabilità sociale in tempi di crisi economica.

Il testo del progetto (PDF: 630 Kb)

Partner

AGENAS

Finanziamento

Euro 280.000

Referenti istituzionali

Per il CCM: Stefania Vasselli

Per l'AGENAS: Cesare Cislaghi