Continuità assistenziale ospedale-territorio in ambito pediatrico

Il trasferimento di un paziente tra diversi ambiti assistenziali costituisce sempre un momento critico del percorso di cura. Il passaggio dell’assistenza per condizioni acute e gravi ad una assistenza per condizioni croniche e stabili rende i soggetti, in questo caso bambini e famiglie più fragili e bisognosi di un supporto che prenda in considerazione le loro necessità complessive. Il trasferimento da un ambiente protetto quale è l’ospedale al domicilio viene spesso affrontato con difficoltà e disagio, il che rende prioritaria l’organizzazione di una assistenza che abbia come principale caratteristica la continuità della pressa in carico. Tale problema si pone anche in ambito pediatrico sebbene con dimensioni inferiori rispetto al paziente anziano. In base ai dati raccolti durante un programma pilota all’Auo Meyer si può valutare che circa 250 bambini anno si gioverebbero di una migliore organizzazione della continuità assistenziale tra ospedale e territorio.

Il progetto intende proporre un modello di gestione del percorso di assistenza dal momento della dimissione dall’ospedale al rientro al proprio domicilio come un unico episodio longitudinale.

Il testo del progetto (pdf 220 kb).

Partner

Regione Toscana

Finanziamento

306.800 euro

Referenti istituzionali

Per il Ccm: Ufficio X ex DGPREV

Per la Regione Toscana: Daniela Matarrese