Pne fase 3 Valutazione degli esiti per la riduzione delle diseguaglianze di accesso ai servizi di provata efficacia in popolazioni deboli

Sono documentate in Italia forti diseguaglianze di accesso e di efficacia per interventi e servizi sanitari di provata efficacia. Nei gruppi di popolazione “deboli” queste diseguaglianze sono più forti e sono accompagnate da una notevole vulnerabilità all’erogazione di prestazioni inefficaci e inappropriate. L’efficacia degli interventi è fortemente condizionata dai modelli organizzativi d’integrazione ospedale-territorio. È pertanto indispensabile pervenire ad un programma di valutazione sistematica dell’appropriatezza dell’accesso ai servizi e ai trattamenti ottimali tra le diverse aree geografiche. Ci sono evidenze che la produzione e la diffusione di informazioni di valutazione dei servizi possono contribuire, oltre che al miglioramento dell’efficacia dei servizi, anche alla riduzione delle diseguaglianze di efficacia ed accesso.

Il progetto si propone quindi di: valutare l’impatto di diverse politiche regionali sugli esiti del trattamento della frattura di femore nell’anziano, analizzare l’associazione tra diverse tipologie di programmi ed eterogeneità degli esiti della frattura ed infine creare le condizioni informative per valutare in maniera sistematica gli esiti del trattamento delle nefropatie croniche. Obiettivo finale è individuare le modalità di implementazione delle valutazioni comparative di esito per migliorare la qualità dell’assistenza sanitaria e ridurre le diseguaglianze nell’accesso alle cure per le persone anziane con frattura di femore e per persone con patologie renali croniche.

Il testo del progetto (pdf 709 kb).

Partner

Agenas

Finanziamento

470.000 euro

Referenti istituzionali

Per il Ccm: Lorenzo Spizzichino