Sistema informativo nazionale sugli incidenti in ambiente di civile abitazione: integrazione del Siniaca con i sistemi attivi a livello locale, col sistema europeo Idb e con il Siepi

In riferimento agli incidenti domestici e del tempo libero, i centri di Pronto soccorso ospedaliero (Ps) della rete italiana di sorveglianza europea degli incidenti (Idb: Injury DataBase) hanno registrato circa 34.000 eventi accidentali nell’ultimo anno di rilevazione, rispetto ai quali è stata rilevata la presenza o meno di oggetti o sostanze coinvolti nell’infortunio. Un rischio rilevante per i bambini in età pre-scolare e le donne che operano in ambiente domestico è quello tossicologico legato all’esposizione a sostante pericolose. La gran parte di queste esposizioni avviene in ambiente domestico e riguarda il 90 per cento bambini molto piccoli e donne. Altro problema specifico è quello degli incidenti in acque di balneazione, infatti in Italia gli annegamenti sono un fenomeno a bassa incidenza, ma a elevata letalità, e spesso riguardano la fascia di popolazione più giovane, con la più lunga attesa di vita. L’Iss ha avviato il Sistema informativo nazionale sugli Incidenti in ambiente di civile abitazione (Siniaca). Al fine primario della disponibilità di evidenze adeguate alla formulazione di corrette strategie di prevenzione degli incidenti è necessario, anzitutto, garantire la continuità della rete di rilevazione di Ps del Siniaca.

Obiettivo del progetto è il mantenimento e l’ estensione del Siniaca, mediante integrazione con i sistemi attivi a livello locale, secondo quanto previsto dalle linee di supporto delle azioni previste dal Piano nazionale della prevenzione 2010-2012 ed integrazione della sorveglianza nazionale degli incidenti nel sistema europeo Idb, in sviluppo nell’ambito del progetto Jamie, con l’attivazione di  una rete campionaria composta da 10 centri di Pronto soccorso ospedaliero.

Il testo del progetto (pdf 791 kb).

Partner

Iss

Finanziamento

235.000 euro

Referenti istituzionali

Per il Ccm: Giancarlo Marano 

Per l’Iss: Alessio Pitidis