Sostegno alle funzioni di interfaccia fra le Regioni e il Ccm

Anno: 
2005

Nei programmi 2005 e 2006 sono approvati specifici finanziamenti a sostegno delle funzioni di interfaccia tra Regioni e Province Autonome e Ccm, fondi che il Ccm destina alle Regioni per supportarle nella realizzazione degli obiettivi previsti dai programmi annuali.

Sulla base delle azioni di concerto tra Ministero e Regioni e P.A. , sono stati identificati quattro obiettivi generali, di cui uno prettamente organizzativo (la strutturazione del coordinamento regionale, con la eventuale rete di collaborazioni sui temi specifici), e tre obiettivi “tematici”, uno per ciascuna delle tre macroaree che costituiscono le priorità per la collaborazione Ccm-Regioni:

  • macroarea 1 - Capacità di risposta alle emergenze di salute pubblica
    Assicurare una risposta qualificata alle emergenze di salute pubblica (eventi correlabili alla diffusione naturale, accidentale o intenzionale di agenti biologici, chimici o fisici, che possono costituire un pericolo per la comunità) garantendo un‘adeguata operatività locale
  • macroarea 2 - Programmazione, monitoraggio e valutazione dei Piani regionali di prevenzione
    Nello spirito dell‘Intesa del 23.3.2005, per garantire equità nel raggiungimento degli obiettivi di salute e promuovere il riallineamento tra le Regioni in materia di prevenzione attiva, le Regioni e Province Autonome dovranno, per quanto riguarda i Prp , assicurare una funzione di interfaccia locale rispetto alle competenze del Ccm in termini di certificazione e monitoraggio dei Prp.
  • macroarea 3 - Partecipazione attiva ai progetti Ccm
    Promuovere il coinvolgimento attivo della rete regionale nei progetti del Ccm che sono di sostegno ad attività istituzionali (come per esempio i progetti di sorveglianza), mirando ad anticipare le ricadute regionali successive dei progetti. Promuovere partnership, conoscenza e diffusione di informazioni sugli altri progetti.

Partner

Regioni

Finanziamento

8.000.000 di euro

Referenti istituzionali

Per il Ccm: Giovanni Nicoletti

Ultimo aggiornamento: 
21 febbraio 2009