Sperimentazione della sorveglianza sindromica basata sugli interventi effettuati dai servizi di Guardia medica nell'area olimpica

Anno: 
2005

L'obiettivo principale della sorveglianza è rilevare qualsiasi evento che possa rappresentare un'emergenza di salute pubblica ed organizzare una risposta tempestiva e appropriata.

La sorveglianza sindromica è stata organizzata specificamente in occasione dei Giochi olimpici. È stato stilato un elenco di 13 sindromi {sindrome respiratoria con febbre, sindrome gastroenterica senza sangue nelle feci, diarrea con sangue senza segni di sanguinamento da altre sedi, febbre con rash, linfoadenite con febbre, sindrome neurologica acuta, sindrome itterica acuta, sindrome emorragica acuta, sindrome neurologica periferica (simil-botulinica), lesione cutanea localizzata, sepsi o shock di origine sconosciuta, stato comatoso, morte inspiegata}, che vengono segnalate da tre diverse fonti:

  • siti di assistenza sanitaria
  • i 7 ospedali olimpici più vicini ai punti in cui si svolgono le gare
  • il servizio di Guardia medica.

I dati forniti vengono trasmessi quotidianamente al Seremi e analizzati separatamente per le tre fonti.

Finanziamento

40.000 euro

Partner

Regione Piemonte

Referenti istituzionali

Per il Ccm: Giuseppe Filippetti
Per la Regione Piemonte: Vittorio De Micheli

Ultimo aggiornamento: 
21 febbraio 2009