Patologie del tratto riproduttivo maschile nei militari impegnati in teatri operativi

Anno: 
2008

In Italia non sono note le conseguenze a carico del tratto riproduttivo maschile nei militari che hanno partecipato a missioni operative in zone di guerra: la mancanza di questi dati è dovuta a una serie di cause tra cui la limitata copertura del sistema di sorveglianza, il mancato utilizzo di informazioni disponibili, il non sufficiente coordinamento tra i diversi attori coinvolti (medici militari, Medici di medicina generale, medici specialisti).

Il progetto si propone di colmare questa lacuna, fornendo le informazioni epidemiologiche relative alle conseguenze a carico del tratto riproduttivo maschile nei militari che hanno partecipato a missioni operative in zone di guerra con particolare riguardo a: fertilità, sessualità, funzione endocrina del testicolo, insorgenza di neoplasie testicolari e prostatiche, rischio di abortività e malformazioni nei figli nati successivamente all‘esposizione.

Queste informazioni avranno importanti ricadute sul sistema sanitario e potranno consentire lo sviluppo di strategie mirate a mettere in atto interventi di prevenzione e di gestione integrata e assistenza dei soggetti che hanno preso parte a missioni militari.

Partner

Università degli Studi di Padova

Finanziamento

150.000 euro

Referenti istituzionali

Per il Ccm: Giovan Battista Ascone
Per l‘Università degli Studi di Padova: Carlo Foresta

Risultati del progetto

Il progetto si è concluso.
Consulta il report finale (pdf 678 kb).

Ultimo aggiornamento: 
17 agosto 2012