L‘impatto della proposta di direttiva del Parlamento europeo e del Consiglio concernente l‘applicazione dei diritti dei pazienti relativi all‘assistenza sanitaria transfrontaliera del 2 luglio 2008

Anno: 
2008

Negli ultimi anni la crescente mobilità dei cittadini europei, anche in seguito alla libera circolazione delle persone all‘interno dell‘Unione e all‘allargamento ai Paesi dell‘Est Europa, ha posto il problema di definire modalità appropriate per garantire l‘assistenza sanitaria ai cittadini che soggiornano al di fuori dei confini del proprio Paese.

La proposta di direttiva del Parlamento europeo e del Consiglio concernente l‘applicazione dei diritti dei pazienti relativi all‘assistenza sanitaria transfrontaliera del 2 luglio 2008 (2008/0142) ha l‘obiettivo di fornire un quadro normativo chiaro per l‘assistenza sanitaria transfrontaliera all‘interno dell‘Unione europea.

L‘obiettivo generale dello studio è analizzare le implicazioni operative dell‘eventuale implementazione della proposta di direttiva per il Servizio sanitario nazionale e per i cittadini.

Nello specifico, il progetto intende analizzare l‘impatto della proposta di direttiva 2008/0142 sui seguenti aspetti dell‘assistenza sanitaria transfrontaliera:

  • l‘autorizzazione preventiva e l‘accesso alle prestazioni sanitarie
  • le modalità di informazione e di empowerment dei pazienti sui nuovi diritti dei pazienti
  • i sistemi di rimborso dei costi dell‘assistenza sanitaria
  • la collaborazione transfrontaliera e le modalità per assicurare la continuità assistenziale.

Partner

Cergas

Finanziamento

100.000 euro

Referenti istituzionali

Per il Ccm: Giuseppe Filippetti
Per il Cergas: Francesco Longo

Ultimo aggiornamento: 
27 febbraio 2011