Sostegno alla rete degli Usmaf

Anno: 
2008

Nel programma Ccm 2008 è stato previsto un finanziamento a supporto degli Usmaf (Uffici di sanità marittima, aerea e di frontiera), uffici periferici del ministero della Salute a cui sono affidati i compiti di profilassi internazionale previsti dalla vigente normativa.

Compito degli Usmaf è quello di garantire:

  • le azioni di vigilanza e controllo su persone, mezzi di trasporto e merci in importazione, in particolare alimenti di origine non animale
  • le azioni relative alla prevenzione delle malattie infettive mediante adeguati counselling e somministrazione di vaccinazioni a viaggiatori internazionali.

Agli Usmaf sono affidati dalla vigente normativa anche compiti di tipo medico-legale, relativi all‘accertamento dei requisiti psicofisici per l‘idoneità allo svolgimento di determinati lavori e mansioni (marittimi, palombari, sommozzatori, piloti di porto, medici di bordo) e per il conseguimento delle patenti nautiche e alla valutazione dell‘inabilità temporanea e permanente della gente di mare in generale (Commissione medica di I grado).

Infine, rientrano nelle attività di questi uffici le funzioni volte alla verifica delle condizioni di igiene, abitabilità e sicurezza (inclusa la dotazione di medicinali e materiale di medicazione) a bordo delle navi mercantili battenti bandiera italiana.

Partner

Usmaf

Finanziamento

650.000 euro

Referenti istituzionali

Per il Ccm: Loredana Vellucci

Ultimo aggiornamento: 
27 febbraio 2011