Individuazione e descrizione di un approccio metodologico finalizzato al monitoraggio di eventi sanitari acuti attraverso l‘uso delle informazioni raccolte durante l‘accesso al Pronto soccorso degli ospedali

Anno: 
2009

Da sempre il Servizio sanitario regionale si confronta con fenomeni sanitari che per la breve distanza tra il momento dell‘azione della potenziale causa e il momento dell‘insorgenza dell‘effetto possono essere considerati fenomeni sanitari acuti. I casi più classici si riferiscono, ad esempio, alla diffusione nella popolazione di patologie infettive, oppure al riscontro di casi di intossicazione collettiva.

Per valutare la correlazione di determinate patologie con le potenziali cause si può utilizzare il protocollo basato sulla registrazione degli accessi quotidiani in Pronto soccorso, estendendone l‘applicabilità non solo ai fenomeni ambientali, bensì a tutte le cause che possono dare luogo a effetti acuti o più in generale a tutte quelle situazioni che determinano una variazione anomala, rilevante, degli accessi al Pronto soccorso di una struttura ospedaliera.

Gli obiettivi finali del progetto sono:

  • la costruzione di un sistema informativo efficiente ed esaustivo riferito agli accessi in Pronto soccorso, capace di monitorare in tempi ragionevoli l‘insorgenza di effetti sanitari acuti all‘interno del territorio regionale lombardo
  • la predisposizione di un modello di uso di questo sistema informativo per gli scopi di monitoraggio, con specifico riferimento a due tipologie di evento sanitario, un evento di tipo più diffusivo (ad esempio, una malattia infettiva) e uno di tipo meno diffusivo (ad esempio, effetti dell‘inquinamento atmosferico).

Partner

Regione Lombardia

Finanziamento

100.000 euro

Referenti istituzionali

Per la Regione Lombardia: Carlo Zocchetti

Ultimo aggiornamento: 
27 febbraio 2011