Miglioramento della sorveglianza della West Nile nel Veneto

Anno: 
2009

La febbre di West Nile è una malattia provocata dal virus West Nile (Wnv), appartenente alla famiglia dei Flaviviridae. I serbatoi di questa malattia sono rappresentati dagli uccelli, ma altri mammiferi possono rappresentare ospiti occasionali, oltre l‘uomo. Tra questi, soprattutto gli equini e, in alcuni casi, cani, gatti, conigli. In Italia nel 2008, è stato segnalato il primo caso di malattia di West Nile nell‘uomo, a cui sono seguiti altri 2 casi segnalati in Emilia-Romagna.

In Veneto, nel 2009, tra agosto e settembre, sono stati notificati 6 casi di meningoencefalite da Wnv confermati dal laboratorio nelle aree di Rovigo e Venezia. Questi dati indicano un‘espansione della malattia di West Nile nel Veneto, suggerendo un potenziamento del sistema di sorveglianza.

Il progetto si propone di:

  • effettuare la sorveglianza di tutte le meningoencefaliti a eziologia sconosciuta
  • integrare le informazioni derivanti dalle varie sorveglianze
  • stimare la sieroprevalenza sui donatori di sangue
  • sviluppare le strategie per la riduzione del rischio di trasmissione dell‘infezione tramite trasfusioni e donazioni di organi
  • effettuare interventi contro il vettore nei centri urbani, nelle aree turistiche e di sensibilità ambientale.

Partner

Regione Veneto

Finanziamento

200.000 euro

Referenti istituzionali

Per il Ccm: Maria Grazia Pompa
Per la Regione Veneto: Francesca Russo

Ultimo aggiornamento: 
24 febbraio 2011