Creazione di una rete di laboratori virologici di riferimento (Noronet-Italia) per il controllo delle epidemie di gastroenteriti da norovirus in Italia

Anno: 
2009

I norovirus causano oltre il 50% delle epidemie di gastroenterite nei Paesi industrializzati, inclusi quelli europei. L‘infezione è diffusa tutto l‘anno, anche se i casi mostrano un andamento stagionale riferibile alla cosiddetta “influenza intestinale” (diffusa nei mesi freddi, con sintomi tipicamente gastroenterici e pattern di diffusione simile all‘influenza da virus influenzali).

In Italia, al momento, la diagnosi è effettuata presso un numero limitato di laboratori ospedalieri e universitari e solo in alcuni centri specializzati in virologia molecolare.

Il progetto si propone di incrementare l‘efficienza della sorveglianza delle epidemie di gastroenterite da norovirus, incluse le tossinfezioni alimentari, con la creazione di una rete di laboratori periferici competenti in diagnostica molecolare e virologia. Inoltre, il progetto intende ottenere dati di epidemiologia molecolare, attraverso la caratterizzazione genotipica e di sequenza, al fine di stabilire sia le vie di trasmissione sia le modalità di evoluzione molecolare dei ceppi virali. Il piano di sorveglianza sarà armonizzato con le reti europee, in particolare con le attività di pertinenza di Oms ed Ecdc .

Il raggiungimento dell‘obiettivo del progetto richiede l‘armonizzazione delle tecniche di indagine, segnalazione e raccolta dei dati, della raccolta dei campioni clinici. Sarà inoltre prioritario perfezionare e aggiornare regolarmente i dati centralizzati presso il database che verrà implementato presso l‘Iss.

Partner

Iss

Finanziamento

300.000 euro

Referenti istituzionali

Per il Ccm: Maria Grazia Pompa
Per l‘Iss: Franco Maria Ruggeri

Ultimo aggiornamento: 
24 febbraio 2011