Sviluppo del sistema integrato di gestione del rischio clinico nella donazione e trapianto di organi, tessuti e cellule

Anno: 
2010

La sicurezza nei trapianti di organi tessuti e cellule è oggi un tema molto rilevante e, da un punto di vista europeo, sono state promulgate direttive che individuano disposizioni in merito a: caratteristiche del donatore e degli organi e tessuti prelevati, tracciabilità di tutto il processo e notifica degli eventi e delle reazioni avverse.

In questo ambito, in Italia svolge un ruolo fondamentale il Centro nazionale trapianti (Cnt ) che è l‘organo di governo di tutta la rete trapiantologica, che trova a livello di ogni Regione il riferimento nei Centri regionali trapianto (Crt ).

Attualmente, ci sono ancora molte criticità in materia, per esempio non tutte le Regioni dispongono di procedure consolidate nella sorveglianza del processo di donazione e trapianto e la rete trapiantologica nazionale non dispone di un sistema integrato per la sorveglianza, l‘identificazione e la segnalazione di eventi e reazioni avverse.

Il progetto si propone, dunque, di sviluppare un sistema integrato di gestione del rischio clinico specificamente dedicato alla donazione e al trapianto di organi, tessuti e cellule (sistema Grt), che consenta di monitorare, controllare e prevenire il rischio nei percorsi di donazione e trapianto, con particolare riferimento al rischio di trasmissione di patologie infettive e neoplastiche.

Partner

Azienda ospedaliera San Giovanni Battista di Torino

Finanziamento

450.000 euro

Referenti istituzionali

Per il Ccm: Maria Rita Tamburrini
Per l‘Azienda ospedaliera San Giovanni Battista di Torino: Antonio Amoroso

Ultimo aggiornamento: 
18 febbraio 2011