Costruzione dell‘hub italiano delle biobanche di popolazione

Anno: 
2010

Il potenziale predittivo e preventivo per le malattie umane è il principale scopo delle raccolte di campioni biologici nelle biobanche di popolazione. In vari contesti regionali sono state realizzate con notevoli sforzi delle biobanche. Tuttavia, l‘enorme potenzialità delle biobanche di incidere sulla medicina preventiva e predittiva nazionale è depauperata dalla frammentarietà, dalla scarsa interazione e visibilità di queste strutture a livello nazionale.

Una biobanca si basa sulla raccolta di campioni biologici della popolazione generale, arruolata in modo casuale o sulla base dell‘esposizione a fattori di cui si vuole valutare il rischio sulla salute e seguita con un follow-up fino al termine dello studio. Al momento del prelievo e nei richiami del follow-up, i campioni biologici sono corredati da una serie di dati sullo stile di vita, esami ematochimici e strumentali relazionati allo scopo della raccolta, che varia da biobanca a biobanca.

La mancanza di una conoscenza reciproca e di interrelazione tra iniziative diverse e disperse ostacola la realizzazione di progetti di ricerca che si traducano in risultati utili per la prevenzione e predizione. Scopo del progetto è di integrare le singole biobanche di popolazione in un network (hub) italiano di biobanche di popolazione per sinergizzare le potenzialità di medicina predittiva e preventiva delle singole strutture.

Partner

Iss

Finanziamento

280.000 euro

Referenti istituzionali

Per il Ccm: Grazia Ballacci
Per l‘Iss: Filippo Belardelli

Ultimo aggiornamento: 
18 febbraio 2011