Impatto dell‘inquinamento ambientale prodotto dagli aeroporti (aria, rumore) sulla salute dei residenti

Anno: 

2010

Dal 2000 ad oggi, il progressivo aumento del traffico aeroportuale, ha comportato per i cittadini residenti nei pressi degli aeroporti, un aumento dell‘inquinamento acustico ambientale e delle emissioni di scarico, generate dagli aeromobili e dal traffico stradale tipicamente associato alla presenza di impianti aeroportuali. Per quanto riguarda le conseguenze dell‘inquinamento acustico sulla salute, è possibile distinguere danni di tipo uditivo da quelli extra-uditivi.

Negli ultimi anni, con la realizzazione di alcuni progetti è stata favorita, a livello europeo, la ricerca per approfondire il rapporto tra rumore aeronautico e salute cardiovascolare. Per quanto riguarda l‘Italia, il Ssn ha recepito la rilevanza della tematica, ma i dati raccolti sono insufficienti rispetto ai bisogni di conoscenza e valutazione dello stato di salute dei cittadini residenti in prossimità degli aeroporti.

Il progetto si propone, pertanto, di individuare strumenti operativi per l‘avvio di sistemi di sorveglianza in materia di inquinamento acustico e atmosferico e dei relativi effetti sulla salute tra i residenti nei pressi dei principali aeroporti italiani.

L‘obiettivo verrà raggiunto attraverso una sintesi di tutte le evidenze scientifiche disponibili e la realizzazione di indagini campionarie tra la popolazione residente in prossimità di 5 aeroporti italiani, finalizzate a ottenere dati inerenti alla frequenza di ipertensione, insofferenza al rumore e disturbi respiratori da valutare in relazione con i fattori ambientali.

Partner

Asl RME

Finanziamento

550.000 euro

Referenti istituzionali

Per il Ccm: Liliana La Sala
Per la Asl RME: Francesco Forastiere

Risultati del progetto

Il progetto si è concluso nel mese di maggio del 2013.

In linea con gli obiettivi prefissati, i risultati del progetto Sera (pdf 237 kb) forniscono metodologie e strumenti operativi per l'avvio di sistemi di sorveglianza in materia di inquinamento acustico ed atmosferico e relativi effetti sulla salute tra i residenti nei pressi di un aeroporto.
Questi risultati suggeriscono la necessità di una sorveglianza epidemiologica delle popolazioni residenti nei pressi degli aeroporti. In eventuali progetti che mirino alla valutazione dell'impatto di un aeroporto urbano sulla qualità dell'aria si devono
considerare: l'analisi dei valori di picco delle specie inquinanti, piuttosto che le medie temporali normate (i.e., con risoluzione temporale delle misure dell'ordine del minuto); in aggiunta agli inquinanti normati, si suggerisce l'analisi del numero di
particelle ultrafini generate da combustione incompleta durante i decolli degli aerei; l'analisi della componente del materiale particolato coarse risollevata dai decolli degli aerei.
I risultati dell'indagine campionaria, in accordo con quanto riportato nella letteratura internazionale, indicano una associazione tra rumore di origine aeroportuale e aumento della pressione arteriosa, dell'annoyance e di disturbi del sonno.
I risultati della valutazione dell'impatto indicano che, ogni anno, nelle popolazioni residenti intorno agli aeroporti oggetto dello studio Sera, 1.577 casi di ipertensione, 11.572 casi di annoyance e 10.101 casi di disturbi del sonno sono attribuibili a livelli
di rumorosità aeroportuale superiori a 55 dB e vanno a sommarsi agli altri casi che si osservano annualmente nella popolazioni.

Ultimo aggiornamento: 

16 febbraio 2014