Disturbi della nutrizione e dell’alimentazione

Il 6 maggio 2021 si terrà il webinar nazionale Disturbi della nutrizione e dell’alimentazione: un’epidemia nascosta, tra domanda di cura e risposte assistenziali, in occasione del quale verranno presentati i risultati del progetto Ccm 2018 Piattaforma per la lotta alla malnutrizione in tutte le sue forme (triplo burden: malnutrizione per difetto, per eccesso e da micronutrienti).

In Italia si stima che i Disturbi della nutrizione e dell'alimentazione (Dan) coinvolgano approssimativamente tre milioni di persone, ma la scarsa letteratura scientifica nazionale su questi disturbi non consente di avere dati certi sulla situazione italiana. Disporre di dati epidemiologici aggiornati sulla malnutrizione della popolazione permetterebbe di adeguare l'offerta assistenziale dedicata, migliorando anche l'impatto socioeconomico che tali patologie hanno a breve e a lungo termine sul Ssn. Obiettivo del progetto Ccm è stato, dunque, di implementare una piattaforma per il contrasto alla malnutrizione attraverso l’avvio di una fase pilota per una survey nazionale della malnutrizione e la preparazione di materiale divulgativo sui principi della sana alimentazione (modello dieta locale e sostenibile sulla base della dieta mediterranea). Una piattaforma dedicata a specifici interventi multisettoriali per la prevenzione e il contrasto della malnutrizione è stata istituita con lo scopo di dare seguito all’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile e alla Decade di azione sulla nutrizione 2016-2025.

Al progetto Ccm sarà dedicata la prima parte del webinar (9:00-11:00) in cui saranno illustrati la survey epidemiologica sui Dan e i modelli di diete sane e sostenibili a partire dalle diete tradizionali.
Nella seconda parte (11:00-13:00) si svolgerà un confronto tra esperti sui diversi contesti di cura dei Dan: il ricovero ospedaliero salvavita, il percorso Lilla nel pronto soccorso, la gestione dei bambini ai tempi del Covid, l’ambulatorio nella cura dei Dan, la presa in carico dei pazienti, l’appropriatezza e l’equità nelle cure e la valutazione dell’efficacia dei trattamenti.
Infine, dalle 14:00 alle 17:00, verrà dato spazio all’esperienza delle Regioni partecipanti al progetto: Umbria, Lazio Basilicata, Sicilia, Marche e Lombardia.

Ricordiamo l’importanza dei sistemi di sorveglianza sulla popolazione italiana che valutano, tra gli altri indicatori, lo stato ponderale e le abitudini alimentari nelle diverse fasce di età: OKkio alla salute (sovrappeso e obesità nei bambini delle scuole primarie e sui fattori di rischio correlati), sistemi Hbsc Italia (rivolto alla fascia 11-15 anni), Passi (rivolto alla fascia 18-69 anni), Passi d’argento (rivolto alla fascia degli ultra65enni).
L’Italia, inoltre, partecipa al programma europeo Guadagnare salute e all’iniziativa Cosi - Childhood Obesity Surveillance Initiative della Regione Europea dell’Oms.
Il tema della promozione di corretti stili di vita è, altresì, parte integrante dei Piani di prevenzione nazionali e regionali (Pnp 2020-2025).
Infine, segnaliamo il sito Piccolipiù In Forma, nato sulla base dell’esperienza maturata nel corso del progetto Ccm 2014 La promozione della salute attraverso i nuovi media per la prevenzione della obesità in età prescolare e coordinato dal Dipartimento di epidemiologia Ssr Regione Lazio. Il sito è rivolto ai genitori di bambini di 4 e 5 anni al fine di promuovere un’alimentazione varia ed equilibrata e uno stile di vita attivo, necessari per la prevenzione dell’obesità infantile e per incentivare l’attuazione di scelte sostenibili per l’ambiente.

ll Ccm ha promosso e finanziato diversi progetti sul contrasto alla malnutrizione. Per ulteriori informazioni consultare la sezione I programmi e i progetti del Ccm.

Per approfondire:

Articoli correlati sul sito Ccm:

Ultimo aggiornamento:
29 aprile 2021