Programma Ccm 2019

In analogia con i precedenti programmi, è stata confermato per il 2019 la suddivisione dei progetti in due aree operative:  Area  progettuale e Azioni centrali.
I progetti dell'Area progettuale sono suddivisi in tre ambiti:

Consulta:

I progetti nel dettaglio:

Area progettuale


Patologie trasmissibili

Attivare esperienze di screening gratuiti delle IST sulla popolazione target

Esperienze pilota di prevenzione e controllo integrato dei vettori di arbovirosi anche in collaborazione con alcuni Municipi della rete Città Sane dell’OMS

Patologie non trasmissibili

Lavoro agricolo-forestale tra infortuni gravi e mortali e malattie professionali: prevenzione del rischio fisico, chimico, da movimentazione manuale dei carichi e da utilizzo di macchine e attrezzature non conformi

Clima e salute in città: il progetto degli spazi aperti come strategia per la mitigazione dell’impatto sulla salute del cambiamento climatico e della vivibilità dell’habitat urbano

​​Sostegno all’attuazione del modello delle scuole che promuovono salute, con particolare riferimento alla collaborazione intersettoriale con la comunità locale e i Comuni per la promozione dell’attività fisica per la realizzazione di interventi di riorganizzazione delle modalità di accesso a scuola e di riqualificazione delle pertinenze esterne delle scuole (playground marking)

Salute orale e patologie croniche non trasmissibili con particolare riferimento al paziente odontoiatrico con bisogni speciali, vulnerabilità sociale e sanitaria

Azioni di sistema

Implementazione di modelli d’intervento per la gestione delle situazioni di cronicità nei soggetti vulnerabili ad alta complessità assistenziale, valorizzando l’integrazione ospedale-territorio e dei servizi sociali, sanitari e socio-sanitari

Salute mentale e dipendenze con particolare riguardo alla Sindrome feto-alcolica

Area Azioni centrali

Per le azioni centrali si ritiene opportuno mantenere la suddivisione, come per i precedenti programmi, in tre ambiti:

  • Funzionamento
  • Personale
  • Attività

Tale area, funzionale alla pratica operatività del CCM, comprende ambiti di intervento direttamente gestiti dal Ministero. In particolare, nell’area del funzionamento afferiscono le spese di rappresentanza e per le riunioni istituzionali, le spese  per l’organizzazione di incontri/eventi informativi e/o formativi anche a carattere internazionale quali il GHSA e il GHSI,  nonché i costi per l’eventuale acquisto di materiale di cancelleria, riviste, libri e apparecchiature informatiche, servizi di traduzione e revisione. Sempre in tale ambito vengono garantite la gestione ed implementazione di piattaforme web e del sito CCM (www.ccm-network.it),  il servizio “1500” del Ministero della salute, dedicato alle emergenze sanitarie e il supporto al Telefono Verde contro il fumo dell’ISS. Sotto la voce relativa al personale sono invece ricomprese le spese di missioni, il rimborso per il personale comandato da altre amministrazioni ed operante nel Centro, nonché i corsi di formazione ed aggiornamento, anche linguistico, rivolti al personale operante nel Centro e al personale degli uffici periferici (USMAF-SASN), direttamente coinvolti negli interventi volti ad affrontare le emergenze. Infine, nell’area delle attività vengono ricondotti interventi direttamente gestiti dal Ministero, che si traducono in accordi di collaborazione siglati per lo più con gli Enti centrali (ISS, INAIL, INMP, AGENAS) e volti alla realizzazione di progetti di sistema, aventi natura strategica e non riconducibili alle linee dell’area progettuale, ma coerenti con esse ed in grado di rafforzare gli interventi in esse avviati.
Nello specifico, per il corrente anno, si confermano tutte quelle attività indispensabili per assicurare una pronta risposta alle emergenze, in particolar alle offese di tipo chimico da atti di terrorismo, e le attività di difesa civile nel settore nucleare, biologico, chimico e radiologico (NBCR), nonché il sostegno alla rete USMAF/SASN.

I progetti nel dettaglio:



Ultimo aggiornamento:
18 gennaio 2021