Passi e Passi d'Argento

Sono on line i nuovi dati della sorveglianza Passi e Passi d’Argento nel quadriennio 2016-2019, relativi agli indicatori del programma Guadagnare salute (attività fisica, sovrappeso e obesità, consumi di frutta e verdura, consumo di alcol, abitudine al fumo, fumo passivo, smettere di fumare). Per la prima volta i dati delle due sorveglianze escono contemporaneamente in modo da consentire una lettura integrata su questi aspetti dai 18 anni fino all’età anziana. Si segnala inoltre che riguardo alla sorveglianza Passi per la prima volta vengono pubblicati i dati sui “nuovi prodotti del fumo” (i trinciati, le e-cigarette e le sigarette di tabacco senza combustione). I dati della sorveglianza Passi confermano il trend in discesa della prevalenza di fumatori; il trend in aumento di obesità e sedentarietà che coinvolge la gran parte del Paese ma in particolare le Regioni del Sud; il trend in aumento del bere a rischio nelle Regioni del Nord Italia.
Per quanto riguarda la sorveglianza Passi d’Argento si segnala che per la prima viene prodotta un’analisi dei cambiamenti temporali sui 4 anni di rilevazione. I dati della sorveglianza sugli anziani confermano le distribuzioni geografiche e i determinanti sociali relativamente agli indicatori esaminati.

Sul sito Passi e Passi d’Argento è possibile consultare i dati su:

La sorveglianza Passi (Progressi delle Aziende Sanitarie per la Salute in Italia) è promossa e finanziata dal Ccm/ministero della Salute e coordinata dall’Iss. È stata avviata nel 2006 con l’obiettivo di effettuare un monitoraggio a 360 gradi sullo stato di salute della popolazione adulta italiana. Si caratterizza come una sorveglianza in sanità pubblica che raccoglie, in continuo e attraverso indagini campionarie, informazioni dalla popolazione italiana adulta (18-69 anni) sugli stili di vita e i fattori di rischio comportamentali connessi all’insorgenza delle malattie croniche non trasmissibili e sul grado di conoscenza e adesione ai programmi di intervento che il Paese sta realizzando per la loro prevenzione. Il fine ultimo è quello di permettere un utilizzo dei dati della sorveglianza a livello locale, direttamente da parte delle Regioni e delle Aziende sanitarie locali (Asl) del Paese.
Anche la sorveglianza Passi d’Argento è promossa e finanziata dal Ccm/ministero della Salute e coordinata dall’Iss. È stata avviata nel 2008 con l’obiettivo di monitorare lo stato di salute e la qualità di vita della popolazione ultra 64enne, per mettere a disposizione delle Regioni e delle Aziende sanitarie locali informazioni utili a promuovere la salute o a prendersi carico delle patologie di questo gruppo di popolazione.

Per approfondire:

Articoli correlati sul sito Ccm:

Ultimo aggiornamento:
30 luglio 2020