Settimana delle vaccinazioni

Anche quest’anno si celebra la Settimana delle vaccinazioni, che comincia il 20 aprile a livello europeo (Eiw, European Immunization Week, 20-26 aprile 2020) e si chiude il 30 aprile con la fine della Settimana mondiale delle vaccinazioni (Wiw, World Immunization Week, 24-30 aprile 2020), iniziative promosse dall’Oms per sensibilizzare la popolazione, gli operatori sanitari e i decisori politici sull’importanza dei vaccini in tutte le fasi della vita, e sostenuta da partner nazionali e internazionali, tra cui l’Unicef e l’Ecdc.

Il messaggio fondamentale che ogni anno l’Eiw pone al centro è prevenire, proteggere e immunizzare (Prevent, Protect, Immunize). La quindicesima edizione dell’Eiw ribadisce che l'immunizzazione è vitale per prevenire malattie gravi e proteggere la salute e il benessere a tutte le età, soprattutto in un anno così particolare come quello che stiamo vivendo in cui la sanità pubblica mondiale è impegnata ad affrontare la pandemia di Covid-19. Attraverso la sensibilizzazione all'importanza dell'immunizzazione, le attività attuate nell'ambito dell'Eiw mirano ad aumentare la copertura vaccinale e contribuire al raggiungimento dell’assistenza sanitaria universale e del terzo obiettivo per lo sviluppo sostenibile in tutta la Regione Europea.

Inoltre, proprio nell’Anno internazionale delle professioni infermieristica e ostetrica (International Year of the Nurse and the Midwife 2020), questa edizione della settimana delle vaccinazioni vuole porre l’attenzione sul ruolo cruciale svolto da questa categoria di professionisti per aumentare la consapevolezza dell'importanza dell'immunizzazione.

Messaggi chiave dell’Eiw 2020:

  • le vaccinazioni costituiscono una solida base per la salute di tutti
  • le vaccinazioni aiutano i bambini a crescere in buona salute
  • i professionisti e le professioniste in ostetricia e infermieristica sono una fonte di informazioni affidabile sui vaccini per te e la tua famiglia
  • nel loro ruolo di “eroi dei vaccini” i professionisti e le professioniste in ostetricia e infermieristica proteggono la salute di tutti.

Ricordiamo e sottolineiamo che la vaccinazione salva milioni di vite ogni anno ed è ampiamente riconosciuta come uno degli interventi più efficaci e sicuri a disposizione della sanità pubblica per la prevenzione primaria delle malattie infettive. Tuttavia, ancora oggi circa 20 milioni di bambini nel mondo non ricevono i vaccini di cui hanno bisogno.

Con lo slogan “I vaccini funzionano per tutti” (VaccinesWork for All), l’edizione di quest’anno della Wiw si focalizza su come i vaccini, le persone che li sviluppano, li distribuiscono e li ricevono, siano i veri “eroi” in quanto proteggono la salute di tutti, ovunque. Evidenziando ancora una volta come il personale infermieristico e ostetrico abbia un ruolo cruciale nel promuovere e informare i nuovi e futuri genitori dell’importanza della vaccinazione per garantire la salute dei loro bambini lungo tutto l’arco della vita.

Nonostante la pandemia di Covid-19 in corso, l’Oms Europa raccomanda che tutti i Paesi mantengano il più possibile le normali attività vaccinali, soprattutto per le vaccinazioni del ciclo primario (in particolare i vaccini contenenti morbillo-rosolia o pertosse, poliomielite e altri vaccini combinati) e quelle per le persone più vulnerabili (in particolare contro influenza e pneumococco). Un’interruzione dei servizi vaccinali, infatti, anche se temporanea, porterebbe a un accumulo di persone suscettibili e a un maggiore rischio di epidemie di malattie prevenibili da vaccino. È fondamentale pertanto ridurre al minimo questo rischio, mantenendo la continuità dei servizi vaccinali ovunque tali servizi possano essere condotti in condizioni di sicurezza.
Per sostenere i decisori europei su questo tema l’Oms Europa ha pubblicato due documenti:

In occasione dell’Eiw, il direttore regionale europeo dell'Oms ha rilasciato una dichiarazione sull’importanza di garantire la continuità dei servizi vaccinali anche durante la pandemia di Covid-19. È fondamentale che le persone più vulnerabili non subiscano l'onere aggiuntivo delle malattie prevenibili con il vaccino, che sarebbe inoltre difficilmente gestibile da un sistema sanitario già provato dalla pandemia.

In Italia il Piano Nazionale Prevenzione Vaccinale (Pnpv) 2017-2019 si configura come un valido strumento per ridurre le disuguaglianze nel Paese e migliorare lo stato di salute della popolazione, garantendo a tutti i cittadini i pieni benefici derivanti dalla vaccinazione attraverso l’equità nell’accesso a vaccini di elevata qualità e disponibili nel tempo.

Molti dei progetti del Ccm riguardano la sorveglianza, il controllo e la prevenzione delle malattie infettive prevenibili mediante vaccinazione. Per maggiori informazioni consultare la sezione I programmi e i progetti del Ccm.

Per approfondire:

Articoli correlati sul sito Ccm:

Ultimo aggiornamento:
21 aprile 2020