Stagione influenzale: ultimi dati

Secondo l’ultimo rapporto InfluNet-Epi nella 4° settimana del 2020 (dal 20 al 26 gennaio) con un’incidenza totale pari a 10,6 casi per mille assistiti, è stata superata la soglia di intensità media della stagione influenzale in corso. A essere colpiti maggiormente sono i bambini al di sotto dei 5 anni di età in cui si osserva un’incidenza pari a 30,8 casi per mille assistiti.
Il numero di casi stimati in questa settimana è pari a circa 638.000, per un totale, dall’inizio della sorveglianza, di circa 3.451.000 casi.
Si è registrato un aumento dell’incidenza in quasi tutte le regioni italiane, in particolare nel centro Italia.

Contestualmente dall’ultimo rapporto InfluNet-Vir , relativo alla 3° settimana del 2020 (dal 13 al 19 gennaio), risulta un ulteriore incremento dei campioni positivi all’influenza, con prevalenza dei virus di tipo A (73%). Nel complesso, dall’inizio della stagione, sono stati identificati 492 ceppi di tipo A e 168 di tipo B.

Si segnala infine che, a partire dalla 3° settimana del 2020, il bollettino periodico Flunews-Italia si arricchisce con i dati sulle forme gravi e complicate di influenza confermata che vanno a integrare i risultati degli altri sistemi di sorveglianza dell’influenza già disponibili on line (Sismg, sistema di sorveglianza della mortalità giornaliera; InfluWeb, sistema di partecipazione volontaria per il monitoraggio delle sindromi influenzali in Italia; InfluNet-Epi, sistema di sorveglianza epidemiologico delle sindromi influenzali; InfluNet-Vir, sistema di sorveglianza virologico dell’influenza).
I dati dell’ultimo bollettino Flunews-Italia :

  • Casi gravi: alla 3a settimana della sorveglianza sono stati segnalati 45 casi gravi di cui 7 deceduti
  • Mortalità: durante la 3a settimana del 2020 la mortalità è stata inferiore al dato atteso, con una media giornaliera di 228 decessi rispetto ai 250 attesi
  • InfluWeb: durante la 4a settimana del 2020, circa il 79% dei casi di sindrome simil-influenzale riferisce di non essere stato visitato da un medico del Servizio sanitario nazionale ma di aver avuto una sindrome simil-influenzale
  • InfluNet-Epi: ultimo rapporto
  • InfluNet-Vir: ultimo rapporto.

Ricordiamo che dalla stagione pandemica 2009-2010 in Italia è attivo il monitoraggio dell'andamento delle forme gravi e complicate di influenza stagionale e, con la circolare annuale (4 dicembre 2019) Monitoraggio dell’andamento delle forme gravi e complicate di influenza confermata, stagione 2019-2020, il ministero della Salute ribadisce che le Regioni e Province autonome sono tenute a segnalare al ministero e all'Iss i casi gravi e complicati di influenza confermata in laboratorio, le cui condizioni prevedano il ricovero in Unità di terapia intensiva (Uti) o il ricorso alla terapia in Ossigenazione extracorporea a membrana (Ecmo).

Per approfondire:

Articoli correlati sul sito Ccm:

Ultimo aggiornamento:
30 gennaio 2020