Workshop "Ambiente, clima e promozione della salute dei bambini”

Promuovere la consapevolezza su come la biodiversità e gli spazi verdi portino benefici alla salute dei bambini. È questo l’obiettivo del progetto pilota “Ambiente, clima e promozione della salute dei bambini” promosso dal ministero della Salute nell’ambito del programma Ccm 2018 (Aree del Piano Nazionale di Prevenzione (Pnp) 2014-2018), e coordinato dall’Istituto superiore di sanità (Iss) con il supporto del Cursa (Consorzio Universitario per la Ricerca Socioeconomica e per l’Ambiente) e del Dipartimento di Epidemiologia della Regione Lazio (Dep).
Come evidenziato dall’Organizzazione mondiale della sanità (Oms) e dalla Convenzione sulla Biodiversità, la relazione esistente tra la biodiversità e la salute dei bambini rappresenta una delle sfide della medicina preventiva e della moderna pianificazione urbana.
A conclusione del progetto, il 21 giugno 2019 si è tenuto il workshop omonimo Ambiente, clima e promozione della salute dei bambini con lo scopo di presentarne e condividerne i risultati con l’intervento delle tre Unità operative impegnate nel progetto (Iss, Cirsa e Dep).
È stato sottolineato che giocare all’aperto facilita lo sviluppo delle capacità intellettuali, emozionali, sociali e fisiche dei bambini; pertanto il progetto si prefigge di promuovere gli spazi naturali come alternativa a spazi di vita condizionati da molteplici fonti di inquinamento, da situazioni di disagio sociale e da un uso eccessivo e improvvido delle tecnologie digitali e dei telefoni cellulari. Quando sono immersi negli spazi verdi, i bambini sono in grado di pensare in modo creativo e di sviluppare autonomia e spirito cooperativo.
Uno dei prodotti principali del progetto è stato il corso di Formazione a distanza (Fad) “Natura è Benessere: dalla partedei bambini” realizzato dall’Iss per fornire ai pediatri, ai medici di famiglia e a tutti gli operatori sanitari uno strumento per sensibilizzare le famiglie verso stili di vita più sani e sostenibili.
Il corso è erogato sulla piattaforma dell’ISS e l’obiettivo principale è quello di insegnare a identificare i fattori di rischio ambientali come l’inquinamento e descrivere come il verde urbano possa mitigarne le esposizioni.
Un focus particolare è stato dato agli spazi verdi nelle nostre città, ai parchi naturali e all’importanza di un contatto diretto dei bambini con la Natura.
Il corso Fad fornisce agli operatori sanitari  la base per modificare le abitudini e gli stili di vita dei bambini e delle loro famigli e gli strumenti per comprendere che noi non siamo solo il frutto dei nostri geni, il nostro genoma infatti dialoga continuamente con l’ambiente e ne rimane intimamente influenzato, sia positivamente che negativamente.

Alla fine del workshop è stata organizzata una Tavola rotonda con i rappresentanti delle associazioni impegnate sul tema “ambiente e salute” e con gli operatori e i ricercatori del mondo della sanità e della scuola.

Per approfondire:

Articoli correlati sul sito Ccm:

 

Ultimo aggiornamento:
27 giugno 2019