3rd Health Programme 2014-2020: pubblicato il Workplan 2019

La direzione generale Health and Food Safety (DG Health) della Commissione europea (Ce) ha pubblicato il Workplan 2019 del 3rd Health Programme 2014-2020.
L’ammontare complessivo delle risorse  per l’annualità 2019 è di 63.943.560 €, così suddivisi:

  • Sovvenzioni (grants) 31 750 000 € di cui: 

- 5.800.000 € per i Progetti (capitolo 2)

- 15.000.000 € per le Azioni congiunte - Joint Actions (capitolo 3)

- 5.000.000 € per gli Operating Grants (capitolo 4)

- 5.750.000 € per Sovvenzioni dirette (Organizzazioni Internazionali) (capitolo 5)

- 200.000 € per altre Sovvenzioni dirette (capitolo 6)

  • Premi (prizes) 300.000 € (capitolo 7)
  • Appalti (procurement) 24.000.560 € (capitolo 8)
  • Altre azioni (other actions) 7.893.000 € (capitolo 9).

A breve la Consumers, Health, Agriculture and Food Executive Agency (Chafea) pubblicherà il bando per la presentazione delle proposte. 

Possono partecipare al bando tutti gli Stati membri dell’Ue, più Islanda, Norvegia, Serbia, Moldova e Bosnia-Erzegovina, il che significa che anche soggetti registrati in tali paesi possono partecipare agli inviti a presentare proposte.
Le organizzazioni di altri paesi sono altresì incoraggiate a partecipare, sebbene non possano ricevere i finanziamenti.

La partecipazione è aperta a diversi tipi di organizzazioni, tra cui:

  • amministrazioni pubbliche
  • enti pubblici, in particolare istituti di ricerca e sanitari
  • università e istituti di istruzione superiore
  • ONG.

Per ulteriori dettagli e i successivi aggiornamenti è possibile consultare:

Il ministero della Salute, attraverso il Punto focale italiano, organizzerà il tradizionale appuntamento del “National Infoday” (Giornata Informativa Nazionale), per favorire una più ampia informazione circa il Workplan 2019.
La data di svolgimento dipenderà da quella di effettiva pubblicazione del bando.

Per ogni ulteriore informazione è possibile contattare il Punto focale italiano, preferibilmente via mail o telefonando al numero 06.5994.3173.

Le linee principali delWorkplan 2019, che affronta il problema della disuguaglianza in ambito sanitario come tematica trasversale, sono strutturate su quattro aree prioritarie,

  • conoscenze specifiche per paese e a livello transnazionale
  • preparazione in caso di gravi minacce sanitarie transfrontaliere e relativa gestione, incluse la resistenza antimicrobica e le vaccinazioni
  • sostegno strutturale ai sistemi sanitari e collegamento al mercato unico digitale
  • promozione della salute e prevenzione delle le malattie non trasmissibili.

I progetti finanziati dovrebbero rientrare nei 4 obiettivi del 3rd Health Programme 2014-2020 e nelle 23 priorità tematiche stabilite dal Regolamento UE n. 282 dell’ 11 marzo 2014.

Ricordiamo che il 3rd Health Programme è alla base del coordinamento della politica sanitaria della Ue e si propone di integrare, sostenere e aggiungere valore alle politiche sanitarie degli Stati membri.
L’obiettivo principale è quello di migliorare la salute degli europei e ridurre le disuguaglianze, promuovendo la salute, incoraggiando l’innovazione, consolidando la sostenibilità dei sistemi sanitari e proteggendo i cittadini dell’Unione dalle possibili minacce sanitarie transfrontaliere.
Tutto ciò si concretizza in quattro obiettivi specifici:

  • promuovere la salute, prevenire le malattie e incoraggiare ambienti favorevoli a stili di vita sani
  • proteggere i cittadini dell’Unione dalle gravi minacce sanitarie transfrontaliere
  • contribuire alla realizzazione di sistemi sanitari innovativi, efficienti e sostenibili
  • facilitare l’accesso a un’assistenza sanitaria migliore e più sicura per i cittadini dell’Unione.

L’Health Programme viene attuato mediante piani di lavoro annuali, che stabiliscono i settori prioritari, i criteri per il finanziamento delle azioni e ribadiscono le norme di partecipazione.

Per approfondire:

Articoli correlati sul sito Ccm:

Third Health Programme (2014-2020)

Ultimo aggiornamento:
29 aprile 2019