In bella vista: prevenzione e controllo delle infezioni e igiene delle mani

L’Organizzazione mondiale della sanità (Oms), nel contesto della Campagna annuale dell'Oms sull'igiene delle mani (5 Maggio 2019), ha lanciato un’indagine a livello globale per descrivere lo stato di attuazione dei programmi di prevenzione e controllo delle infezioni correlate all’assistenza (Ica) e delle attività per promuovere l’igiene delle mani nelle strutture sanitarie (“2019 WHO Global Survey on Infection Prevention and Control (IPC) and Hand Hygiene”).

L’indagine ha un duplice obiettivo:

  1. incoraggiare e supportare la valutazione, a livello locale, dello stato di attuazione dei programmi per la prevenzione e controllo delle infezioni e per la promozione dell’igiene delle mani, utilizzando strumenti standardizzati e validati, nel contesto delle attività quotidiane dei gruppi operativi e dei comitati per il controllo delle infezioni, al fine di predisporre piani di miglioramento a livello locale
  2. raccogliere dati sullo stato di avanzamento delle attività di prevenzione e controllo delle infezioni e di promozione dell’igiene delle mani a livello globale, da utilizzare per successivi interventi di miglioramento.

L’indagine sarà attiva fino al 16 luglio 2019. Sono invitate a partecipare tutte le strutture sanitarie a livello mondiale.

L’indagine si basa sulla compilazione, da parte di ciascuna struttura sanitaria, di due strumenti, disponibili on-line:

  1. il Framework Oms di valutazione degli interventi di Prevenzione e Controllo delle Infezioni (Infection Prevention and control Assessment Framework - Ipcaf)
  2. il Framework Oms di autovalutazione dell’Igiene delle Mani (Hand Hygiene Self-Assessment Framework - Hhsaf).

Nell’ambito del Piano nazionale di contrasto dell’antimicrobico-resistenza (Pncar) 2017-2020 questa indagine rappresenta un’opportunità preziosa per delineare lo stato attuale del Paese relativamente alle attività correlate al controllo delle Ica, nonché per descrivere eventuali e auspicabili futuri progressi, anche a livello di singola struttura, attraverso la sua ripetizione, servendosene quindi come strumento di monitoraggio a livello locale.

Per facilitare la partecipazione di un numero quanto più possibile ampio di strutture - attraverso la compilazione dei due questionari da parte di ogni struttura -  è stata predisposta, in collaborazione con l’Oms, una versione in italiano dei due strumenti di rilevazione, disponibile sulla piattaforma Oms al link:
https://www.who-ipc-survey.org/?from=huFyfu0ULF

È importante che un numero rilevante di strutture assistenziali partecipino all’indagine, sia per iniziare a prendere familiarità con i due strumenti che rappresentano, come già evidenziato, un importante ausilio all’autovalutazione per ciascuna struttura, utili a identificare aree che richiedono azioni di miglioramento, sia per raccogliere dati italiani che consentano di avere una rappresentazione affidabile della situazione del paese.

Infatti, in accordo con l’Oms, sarà possibile avere un rapporto nazionale sulle strutture che avranno partecipato all’indagine. I dati saranno naturalmente trattati in modo assolutamente confidenziale e nel rapporto le singole strutture non saranno identificabili.

Il rapporto nazionale, una volta disponibile, sarà diffuso a tutti i partecipanti, in modo da poter attuare un confronto con la media nazionale.

Per partecipare all’indagine, occorre seguire le istruzioni riportate di seguito:

  1. utilizzando come browser Mozilla Firefox o Google Chrome, collegarsi alla piattaforma Oms al seguente link:https://www.who-ipc-survey.org/?from=huFyfu0ULF
  2. apparirà una pagina che chiede di registrarsi alla piattaforma (le istruzioni sono in inglese, ma è possibile selezionare in alternativa francese o spagnolo)
  3. dopo essersi registrati (avendo indicato un indirizzo e-mail) si riceverà una e-mail per la verifica dell'account
  4. ricollegarsi al link https://www.who-ipc-survey.org/?from=huFyfu0ULF, avendo l’accortezza di usare i browser indicati
  5. effettuare il login
  6. selezionare lo strumento che si vuole riempire per primo cliccando sul pulsante “continue” (Ipcaf o Hhsaf): lo strumento si aprirà in una nuova finestra
  7. selezionare la lingua preferita dal menu a tendina (in questo caso si potrà scegliere l’italiano)
  8. inserire le risposte
  9. inviare i dati
  10. selezionare il secondo strumento e procedere in modo analogo.

Ricordiamo che il controllo e la prevenzione dell’Amr sono stati inseriti tra i macro obiettivi del Piano nazionale della prevenzione (Pnp) 2014-2018.

Il Ccm ha promosso e finanziato diversi progetti sull’Amr. Per ulteriori informazioni consultare la sezione I programmi e i progetti del Ccm.

Per approfondire:

Articoli correlati:

Ultimo aggiornamento:
29 aprile 2019