Vaccinazioni pediatriche

Dai dati disponibili sul sito del ministero della Salute nel primo semestre del 2018 le coperture vaccinali pediatriche in Italia risultano in aumento rispetto al 31 dicembre 2017. È quanto emerge da una rilevazione straordinaria effettuata per valutare l’impatto della Legge sulle vaccinazioni obbligatorie (Legge 31 luglio 2017) nelle coorti di bambini nati negli anni 2015, 2014 e 2010.

In particolare, al 30 giugno 2018 la copertura nazionale relativa ai bambini nati nel 2015 nei confronti della polio è pari al 95,46%, superano la soglia del 95% (la soglia minima raccomandata dall’Organizzazione mondiale della sanità) anche le coperture registrate in 13 regioni.
Il dato sulla polio è utilizzato per misurare anche la copertura della vaccinazione esavalente (polio, difterite, tetano, pertosse, Hib, epatite B).
L’aumento più marcato si è riscontrato nel caso nel caso della copertura per la prima dose di vaccino contro il morbillo, che arriva al 94,15%.
In aumento anche le coperture nei confronti delle vaccinazioni non obbligatorie, come l’anti-pneumococcica (91,98%) e l’anti-meningococcica C (87,77%).
Il trend positivo è confermato anche dalle coperture vaccinali nazionali dei bambini nati nel 2014.
Riguardo alle vaccinazioni in età pre-scolare (somministrate a 5-6 anni), relative ai bambini nati nell’anno 2010, si registra un +3,63% per la quarta dose di anti-polio e un +4,35% per la seconda dose (ciclo completo) di anti-morbillo.

Anche nel caso di questa rilevazione straordinaria si sono registrate differenze tra le regioni, pur se meno evidenti che in precedenza. Particolarmente evidente risulta l’eterogeneità nel caso della copertura per morbillo nelle coorti 2014 e 2010, della copertura contro la varicella e delle coperture per le vaccinazioni non obbligatorie.

Le coperture vaccinali rappresentano l’indicatore per eccellenza delle strategie vaccinali poiché forniscono informazioni in merito alla loro reale attuazione sul territorio e sull’efficienza del sistema vaccinale. Gli obiettivi sono definiti a livello internazionale dal Global Vaccine Action Plan 2011-2020, approvato dai 194 Stati membri dell’Oms nel maggio 2012, e in Italia dal Piano nazionale di prevenzione vaccinale 2017-2019 (Pnpv 2017-2019).

Per approfondire:

Articoli correlati sul sito Ccm:

 

Ultimo aggiornamento:
29 marzo 2019