Convegno “La gestione del paziente complesso”: online le presentazioni

Sono online le presentazioni del convegno “La gestione del paziente complesso nel territorio: un compendio di buone pratiche", che si è svolto a Roma il 14 marzo scorso e in cui sono stati presentati i risultati conclusivi del progetto “Malattie croniche: supporto e valutazione comparativa di interventi per l'identificazione proattiva e la presa in carico del paziente complesso finalizzati alla prevenzione dei ricoveri ripetuti” del programma 2015 del Centro nazionale per la Prevenzione e il Controllo delle Malattie (CCM) del Ministero della Salute, proposto dalla Regione Toscana, in collaborazione con Age.na.s e con le Regioni Veneto, Emilia Romagna e Sardegna.

Il convegno ha permesso di sintetizzare le attività svolte e i risultati ottenuti, mettendo in luce, obiettivo per obiettivo, i principali punti di forza e le principali criticità emerse durante i lavori.

Il progetto esecutivo, scelto tra i progetti presentati nel bando del 2015, si proponeva di facilitare e valutare in modo comparativo interventi per l’identificazione  proattiva e la presa in carico a livello territoriale del paziente complesso in quattro Regioni attraverso il raggiungimento di sette obiettivi specifici:

  1. Individuare, dalla letteratura scientifica, le indicazioni evidence based sui modelli predittivi di identificazione dei pazienti ad alto consumo di risorse sanitarie e sui percorsi di cura (programmi assistenziali) per pattern di complessità.
  2. Validare e confrontare alcuni algoritmi per l’identificazione dei pazienti complessi mediante i dati amministrativi.
  3. Definire un set di contenuti minimi di un piano assistenziale individuale (PAI) per pazienti complessi.
  4. Sperimentare una piattaforma informatica per la gestione integrata del paziente complesso.
  5. Supportare la sperimentazione di interventi di identificazione pro-attiva dei pazienti complessi e di care management da parte di team multidisciplinari.
  6. Valutare l’impatto dell’attuazione dei PAP in termini di qualità dell’assistenza erogata, volumi di prestazioni erogate ed esiti.
  7. Produrre report contenenti proposte operative per il miglioramento dei servizi e diffusione delle informazioni a supporto delle politiche di programmazione sociosanitaria.

Nel corso dell’evento sono state illustrate le principali indicazioni consolidate per la presa in carico del paziente complesso e la seconda sessione in particolare è stata dedicata alle esperienze delle Regioni e ai punti di forza e debolezza che sono emersi.
A conclusione del convegno è stata organizzata una tavola rotonda con i referenti del Ministero e delle Regioni partecipanti.

Per approfondire: 
le presentazioni del convegno
il programma del convegno
la scheda del progetto.

Articoli correlati sul sito CCM:
Convegno “La gestione del paziente complesso”

Ultimo aggiornamento:
27 marzo 2018