Hiv/Aids, le nuove Linee Guida

La Società Italiana di Malattie Infettive e Tropicali (SIMIT), in collaborazione con le Sezioni per la lotta contro l'Aids del Comitato tecnico sanitario del Ministero della Salute, ha redatto le nuove Linee Guida Italiane sull’utilizzo della Terapia Antiretrovirale e la gestione diagnostico-clinica delle persone con infezione da HIV-1.
Alla stesura delle Linee guida hanno partecipato anche esperti di altre discipline e delle associazioni dei pazienti e/o delle comunità colpite dall’infezione. Il coinvolgimento di un numero così rilevante di partecipanti al progetto non ha avuto esclusivamente la finalità di garantire la multidisciplinarietà delle esperienze per avere un testo autorevole, ma soprattutto quella di favorire la condivisione di regole accettate e aggiornate nella pratica clinica di tutti i giorni, premessa fondamentale per prevedere una corretta applicazione.

Obiettivi e metodologia

Le Linee Guida hanno lo scopo di fornire elementi di guida per la prescrizione della terapia antiretrovirale e per la gestione dei pazienti con infezione da HIV agli infettivologi e agli altri specialisti coinvolti nella gestione multidisciplinare del paziente sieropositivo, e di fornire un solido punto di riferimento per le associazioni di pazienti, gli amministratori, i decisori politici degli organismi di salute pubblica e comunque tutti gli attori coinvolti dalla problematica a diverso titolo.

L’edizione del 2017, oltre ad avere aggiornato tutte le parti in merito alle evidenze scientifiche disponibili, nasce in un contesto legislativo differente. Infatti il 1° aprile 2017 è entrata in vigore la legge 8 marzo 2017 n. 24 dal titolo “Disposizioni in materia di sicurezza delle cure e della persona assistita, nonché in materia di responsabilità professionale degli esercenti le professioni sanitarie”. 
Nel testo normativo, oltre a moltissimi spunti di riflessione per i professionisti che operano nel settore sanitario, emerge il diritto alla sicurezza delle cure (articolo 32 della Costituzione). Nell’articolo 5 “Buone pratiche clinico-assistenziali e raccomandazioni previste dalle Linee Guida”, al comma 3 viene indicato che le Linee Guida e gli aggiornamenti delle stesse debbano essere integrati nel Sistema Nazionale per le Linee Guida (SNLG).
Anche per soddisfare questa esigenza normativa, il Gruppo di lavoro ha deciso di adottare un sistema di valutazione condiviso e univoco basato sul Modello P.I.C.O (Popolazione target, Intervento, Confronto e Outcome).

Il modello PICO significa quindi definire un quesito clinico, in termini di specifico problema del paziente, e utilizzare un frame predefinito, in termini di popolazione, intervento, controllo ed esiti sulla cui base possano essere raccolte le evidenze scientifiche, clinicamente rilevanti, in letteratura. Tale metodologia di lavoro è utilizzata nella stesura numerose Linee Guida anche internazionali, incluse quelle prodotte dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS).
Per l’edizione 2017 il metodo PICO è stato introdotto nella Sezione 1 dell’opera. Obiettivo delle prossime edizioni è l’implementazione della metodologia P.I.C.O. anche per i restanti capitoli.

Piano dell’opera

L’opera è stata suddivisa in 5 sezioni e relative sottosezioni:

Sezione 1- I principali quesiti clinici nel paziente adulto:  Diagnostica Virologica; Diagnostica Immunologica; Perché e Quando iniziare; Come iniziare; Ottimizzazione; Fallimento Terapeutico.

Sezione 2 - Aspetti peculiari di gestione del paziente e della terapia antiretrovirale: Continuità di cura; Modelli di Gestione Assistenziale; Valutazione e preparazione del paziente; Aderenza; Qualità della Vita; Farmacologia, Interazioni farmacologiche, Farmacogenomica.

Sezione 3 - Patologie Associate all’infezione da HIV: Malattia cardiovascolare; Lipodistrofia; Malattia epatica; Malattia ossea, Malattia renale; Broncopneumopatia Cronica Ostruttiva; Salute sessuale e riproduttiva; Disturbi Neurocognitivi e/o Psichiatrici; Tumori; Infezioni da virus epatitici; Tubercolosi; Infezioni opportunistiche

Sezione 4 - Popolazioni cui porre attenzione:  Donna; Gravidanza; Paziente fragile, Anziano e Geriatrico; Bambino e Adolescente; Immigrato.

Sezione 5 - Questioni specifiche: Detenzione; Abuso di Sostanze; Profilassi Pre e Post Esposizione; Trapianti; Vaccinazioni; Costi della terapia antiretrovirale e farmaci equivalenti.

Per approfondire:
Edizione del 2017 delle Linee Guida Italiane sull’utilizzo della Terapia Antiretrovirale e la gestione diagnostico-clinica delle persone con infezione da HIV-1.
la legge 8 marzo 2017 n. 24
l'area tematica Hiv e Aids sul sito del Ministero della Salute
la sezione Infezione da Hiv e Aids sul sito EpiCentro

Articoli correlati sul sito CCM:
HIV/AIDS: aggiornamenti
Relazione al Parlamento sulle attività AIDS anno 2016 
Telefono verde AIDS e IST



Ultimo aggiornamento:
27 febbraio 2018