Esitazione vaccinale tra i genitori: risultati di una survey italiana

Nel 2016 un gruppo di ricercatori italiani, con il supporto del Centro nazionale per la prevenzione e il controllo delle malattie (Ccm), ha condotto una vasta survey che ha coinvolto i genitori di bambini di 16-36 mesi di età per valutare l’esitazione vaccinale (vaccine hesitancy) e indagare i suoi principali determinanti. I risultati dello studio sono stati pubblicati a gennaio 2018 sulla rivista internazionale  Vaccine (“Parental vaccine hesitancy in Italy - Results from a national survey”).

I dati sull’attitudine dei genitori nei confronti delle vaccinazioni sono stati raccolti attraverso un questionario somministrato online o negli studi pediatrici e infermieristici
Sono stati somministrati un totale di 3130 questionari e i genitori, classificati come “pro-vaccinazioni”, “esitanti” o “contrari alle vaccinazioni” sulla base dello status vaccinale (autoriferito) dei propri figli sono risultati essere rispettivamente l’83,7%, il 15,6% e lo 0,7%.
La sicurezza è risultata essere il principale motivo di preoccupazione alla base del rifiuto (38,1%) o dell’interruzione (42,4%) della vaccinazione. Dai dati dell’indagine emerge anche che il pediatra di famiglia è la fonte di informazione sui vaccini considerata più affidabile sia per i genitori pro-vaccini (96,9%) sia per quelli esitanti (83,3%), contro il 45% dei genitori contrari alla vaccinazione.

L’indagine mette in evidenza i seguenti risultati:

  • Circa il 15% dei genitori italiani esita a vaccinare i propri figli.
  • La  sicurezza è il principale motivo di preoccupazione alla base del rifiuto (38,1%) o dell’interruzione della vaccinazione (42.4%).
  • Pareri contrari o discordanti nei confronti dei vaccini da parte degli operatori sanitari sono associati all’esitazione vaccinale.
  • I pediatri sono la principale fonte di informazione sulle vaccinazioni per i genitori esitanti.
  • Sono necessari più interventi per aumentare la fiducia nelle vaccinazioni.

In particolare, lo studio evidenzia che il tema relativo alla sicurezza dei vaccini è la principale preoccupazione di tutti i genitori ma è significativamente maggiore in quelli contrari alla vaccinazione e negli esitanti, soprattutto per quanto riguarda gli effetti avversi a breve e lungo termine.

Analogamente ai genitori pro-vaccini anche i genitori esitanti considerano la vaccinazione un importante strumento di prevenzione e si fidano dei loro pediatri di famiglia, che sono la loro principale fonte di informazione.
Questo suggerisce che una formazione rivolta ai professionisti della salute che fornisca informazioni omogenee sulle vaccinazioni, in linea con le raccomandazioni nazionali, e appropriati interventi di comunicazione degli operatori sanitari ai genitori sono elementi cruciali per rispondere alle preoccupazioni dei genitori e all’esitazione vaccinale.

Per approfondire: 
l’articolo completo su Vaccine: “Parental vaccine hesitancy in Italy - Results from a national survey
il portale tematico Vaccinazioni sul sito del Ministero della Salute
l’area tematica vaccinazioni sul sito EpiCentro

Articoli correlati sul sito CCM:
Decreto vaccini, le nuove circolari operative
Vaccinazioni: il punto della situazione
Vaccinazioni: dal Ministero una nuova guida informativa   
PNPV 2017-2019: aspetti operativi
In bella vista: In gazzetta ufficiale il PNPV 2017-2019
In bella vista: PNPV 2017-2019, tutte le novità

Ultimo aggiornamento:
27 febbario 2018